Cerca

Domenica 24 Settembre 2017 | 10:47

Vendute dai genitori per sigarette ed alcool

La squallida storia di degrado e violenze ad ugento in provincia di Lecce. Le due sorelle avrebbero subito violenze sin dall'età di 8 e 9 anni, anche dal padre
LECCE - Quattro persone sono state arrestate dai carabinieri ad Ugento con l'accusa di violenza sessuale su due sorelle, vittime di abusi sin da quando erano piccole. I provvedimenti, eseguiti in esecuzione alle ordinanze di custodia cautelare emesse dal gip Ercole Aprile, su richiesta del pm Maria Cristina Rizzo, riguardando Luigi Sciurti, di 62 anni e Antonio Calò di 58, pensionati di Ugento, e i genitori delle sue sorelle, oggi quasi maggiorenni. Le due avrebbero subito violenze sin dall'età di 8 e 9 anni. I genitori le avrebbero «vendute» a Sciurti in cambio di pochi soldi, sigarette e alcolici. Ufficialmente i genitori le mandavano nella sua casa per fare le pulizie. Nella stessa casa, avrebbe abusato delle bambine l'amico del pensionato, Antonio Calò.
Secondo quanto emerso dalle indagini dei carabinieri, se si rifiutavano di andare dall'uomo, la madre le picchiava e il padre, che avrebbe abusato della più grande, le sgridava.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Altri articoli dalla sezione