Cerca

Venerdì 22 Settembre 2017 | 20:58

Manduria - Il ruggito del puma

Un esemplare di questo grosso felino è stato trovato in ottime condizioni in una villa. La proprietaria lo aveva con se' da 15 anni e di tanto in tanto lo portava a spasso al guinzaglio. Ora è sequestrato
MANDURIA (Taranto) - La Polizia del locale Commissariato ha sequestrato un esemplare di puma di circa quindici anni, detenuto all'interno di una villa alla prima periferia della città. I poliziotti sono arrivati al luogo grazie al ruggire dell'animale.
Il puma era tenuto all'interno di una gabbia di ridotte dimensioni nel cortile della villa. In ottimo stato di salute «Kimba», questo il nome dell'animale, è stato allevato per quindici anni dalla sua proprietaria, una signora 44enne, residente a Manduria.

Si tratta di una specie particolare, più precisamente di un puma di montagna. La detenzione dell'esemplare è vietata in quanto considerato animale pericoloso. La proprietaria verrà denunciata ai sensi della legge n.150 del 1992 in quanto il puma non era stato denunciato alla Prefettura e non aveva il certificato Cites. In tarda mattinata, personale dello Zoo Safari di Fasano provvederà a prelevare l'animale e a trasportarlo in un luogo sicuro all'interno del parco.
La signora proprietaria di Kimba si è stupita al momento della contestazione in quanto la considerava come una figlia per averla allevata e coccolata. La stessa ha dichiarato di averla anche portata al guinzaglio e di averle fatto la toelettatura presso un centro per animali.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Altri articoli dalla sezione