Cerca

Giovedì 21 Settembre 2017 | 07:14

Auto ferma per nubifragio, muore automobilista

Un forte acquazzone si è abbattuto nelle prime ore della mattinata nell'area pugliese compresa tra i comuni di Putignano, Gioia del Colle e Casamassima. La statale Bari-Taranto è bloccata. Il maltempo flagella l'Italia. Le strade di Gioia del colle sono fiumi d'acqua per le intense piogge. Nubifragi e allagamenti nelle Marche, fin dalle prime ore del mattino. A Sarno (Salerno) permane lo stato di attenzione per il pericolo di frane
BARI - Gravi difficoltà si stanno registrando in Puglia, soprattutto nel sud barese, per una forte perturbazione che ha interessato la regione nelle ultime ore. Stamattina un uomo, Francesco Barletta, di 68 anni, è morto a Putignano in un incidente stradale. Secondo una prima ricostruzione fatta dai carabinieri, l'uomo era alla guida della sua auto quando la vettura è andata in panne. Barletta, nonostante fosse in corso un nubifragio e si trovasse su una via in discesa, è sceso dalla vettura ed ha cominciato a spingere l'auto. A quel punto - non sono state ancora stabilite le cause - ha perso il controllo dell'auto che ha sbandato verso sinistra finendo contro un'altra auto parcheggiata: l'uomo è rimasto schiacciato tra le due vetture.

Il forte nubifragio si è abbattuto nelle prime ore della mattinata nell'area compresa tra i comuni di Putignano, Gioia del Colle e Casamassima. Nella zona sono al lavoro numerose squadre di vigili del fuoco, giunte anche da altre province, per soccorrere persone che sono rimaste isolate nei casolari di campagne o in auto in panne. La perturbazione si sposta ora verso la costa e comincia ad interessare i comuni di Monopoli, Polignano a Mare.
Disagi notevoli si registrano anche nel foggiano. Nei soccorsi sono impegnati dalla notte scorsa carabinieri, polizia stradale, protezione civile e vigili del fuoco. Per l'emergenza nel sud barese sono giunte in questa zona squadre di vigili anche di altre province pugliesi.

La zona maggiormente colpita dal violento nubifragio della notte scorsa nel barese - l'acqua è caduta dalle 2 fino alla tarda mattinata - è quella tra i comuni di Gioia del Colle e Putignano. A Gioia del Colle sono numerosissime le abitazioni ancora senza luce, secondo stime dei vigili del fuoco abitate da circa duemila persone, e si riscontrano difficoltà nei soccorsi. E' ancora interrotta nei pressi di Gioia del Colle la statale 100, la principale arteria che collega Bari con Taranto: la strada non è transitabile tra gli svincoli per Sammichele nel barese e San Basilio nel tarantino. Molte anche le provinciali allagate e non percorribili: tra queste, anche quelle che collegano Gioia del Colle con Putignano, e Acquaviva delle Fonti con Santeramo in Colle.

Numerosi gli allagamenti anche nel sud barese: a Conversano è allagato il campo sportivo, e sono allagati tutti i locali che sono al livello stradale a Monopoli e Conversano. Rallentamenti vengono segnalati nel sud barese anche sulla statale 16, che corre lungo la costa.
Molti gli interventi dei vigili del fuoco del comando provinciale di Foggia. La zona più colpita è quella della parte sud del Tavoliere dove sono stati decine i locali allagati. Disagi anche per gli automobilisti, alcuni dei quali rimasti bloccati nelle loro vetture sulla strada provinciale che collega Cerignola con Trinitapoli. Sono intervenuti i vigili del fuoco e ora la situazione del traffico è sotto controllo.

PIOGGA E ALLAGAMENTI NELLE MARCHE
Nubifragi e allagamenti nelle Marche, fin dalle prime ore del mattino. Le province più colpite sono quelle di Ancona e Macerata: a Recanati, in meno di un' ora sono caduti 70 millimetri di pioggia, mentre nell' anconetano preoccupa il livello del torrente Aspio, salito di un metro in soli dieci minuti.
Allagamenti di garage, scantinati e primi piani sono segnalati ad Ancona e Macerata città, ma anche nell' Ascolano, a Spinetoli, Castel di Lama e lungo il versante sud della provincia, con problemi anche per la circolazione stradale interna.
Decine le chiamate di soccorso giunte ai vigili del fuoco di mezza regione, anche se fino a questo momento non sono segnalate situazioni particolarmente critiche. La temperatura è scesa di un paio di gradi rispetto al caldo estivo dei giorni scorsi, e secondo la Protezione civile l' allerta meteo durerà fino alla mezzanotte di oggi, con nuovi rovesci e temporali.

STATO DI ATTENZIONE A SARNO
Il maltempo continua ad imperversare nel Salernitano, dove vengono segnalati numerosi allagamenti. A Sarno (Salerno) permane lo stato di attenzione. Per il forte vento e un violento acquazzone a Cava dè Tirreni (Salerno) si è registrato il crollo di un' impalcatura, installata dinanzi alla chiesa di Santa Maria dell'Olmo, che ha danneggiato alcune autovetture parcheggiate.
I tecnici del Coc (centro operativo comunale) di Sarno con gli uomini della protezione civile ed i vigili del fuoco stanno effettuando una ricognizione nei canali di deflusso e alle vasche di contenimento delle acque, che a valle della cittadina dell'agro hanno causato anche stamani numerosi allagamenti nei vani terranei. In località Beveratura di Sarno vengono segnalati numerosi allagamenti in diversi opifici industriali. Sul posto stanno operando i vigili del fuoco con l'ausilio di idrovore e motopompe.
Disagi sono segnalati anche al centro di riabitazione L.A.R.S. di Sarno per allagamenti. Per il momento nell'agro sarnese nocerino tengono gli argini dei torrenti che affluiscono nel fiume Sarno.
Problemi vengono segnalati anche nella zona di Scafati. A Salerno sono saltati numerosi tombini, causando allagamenti in alcuni negozi e nei sottoscala. Disagi vengono segnalati anche alla circolazione. Problemi stamani, a causa dell'abbondante pioggia, per quanti transitavano sul raccordo autostradale Avellino-Salerno.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Altri articoli dalla sezione