Cerca

Lunedì 25 Settembre 2017 | 01:10

Economia&Aerei, due accordi Bari-Mosca

Annunciato anche un workshop con buyers russi di settori quali il tessile, l'agro-alimentare, il turismo, l'edilizia, la cultura. Inaugurata mostra su San Nicola nel rito ortodosso
BARI - Promuovere e sostenere lo sviluppo di settori di rilevante interesse economico e attuare iniziative congiunte per la valorizzazione dei sistemi produttivi dei due Paesi. Sono questi, in sintesi, gli obiettivi contenuti nei due Protocolli d'intesa siglati al termine del convegno odierno, promosso dalla Provincia di Bari «Obiettivo Mosca. Internazionalizzazione della Terra di Bari: le opportunità del sistema russo». Gli accordi sono stati sottoscritti dal Presidente della Provincia di Bari, Vincenzo Divella, dal vice Presidente della Camera di Commercio Italo Russa Oleg Schegolev, dal Presidente della Camera di Commercio di Bari Luigi Farace, dall'Amministratore unico degli Aeroporti di Puglia Domenico Di Paola e dalla responsabile di progetti speciali dell'Aeroporto Domodedovo di Mosca, Elena Tarshis.
L'iniziativa ha visto la forte adesione del Sindaco di Bari Michele Emiliano, che ha confermato la piena collaborazione e cooperazione istituzionale con la Provincia finalizzata a «mettere a sistema» le iniziative del Comune, in campo culturale, già avviate con Mosca con quelle di sviluppo economico portate avanti dall' Ente provinciale. Il convegno ha visto anche la partecipazione dell'Assessore regionale al Turismo Massimo Ostillio che ha condiviso l'idea di lavorare insieme nell'ottica di una promozione del nostro territorio all'estero.
«La Russia - ha detto Divella - è per la Puglia un mercato-obiettivo prioritario, nell'ottica di far crescere e rafforzare i reciproci sistemi produttivi, stimolando e incentivando il partenariato a più livelli».
Regione, Provincia e Comune di Bari hanno annunciato che, il primo atto concreto di questa rinnovata collaborazione, sarà l'organizzazione, entro la fine dell'anno a Bari, di un workshop con buyers russi di settori quali il tessile, l'agro-alimentare, il turismo, l'edilizia, la cultura e la formazione per consolidare le intese avviate. Al termine del convegno, nel pomeriggio, è stata inaugurata la mostra «Ex Oriente Lumen» del fotografo barese Vincenzo Catalano alla presenza, tra gli altri, del Rettore della Basilica di San Nicola, Padre Damiano Bova e del Rettore della Chiesa Russa di Bari Padre Vladimir Kuchumov. La mostra, in corso fino a domenica 17 settembre nel Padiglione della Provincia di Bari, è dedicata alle celebrazioni liturgiche sulla tomba di San Nicola, nel rito ortodosso. Immagini che enfatizzano la valenza ecumenica del Vescovo di Myra, santo d'oriente e d'occidente, nella prospettiva che vede Bari ponte nel dialogo tra cattolici ed ortodossi.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Altri articoli dalla sezione