Cerca

Giovedì 21 Settembre 2017 | 03:41

Il 15 settembre parte la missione della Regione Puglia in Cina

Nell'ambito di quella del Governo italiano, guidata dal presidente del Consiglio Romano Prodi. Agroalimentare, moda, turismo e ristorazione i comparti dell'economia pugliese al centro dell'iniziativa
BARI - Comincerà venerdì 15 settembre la missione ufficiale della Regione Puglia in Cina, parte integrante di quella del Governo italiano, guidata dal presidente del Consiglio Romano Prodi ed organizzata da Confindustria, Ice e Abi che si concluderà il 18 settembre.
Agroalimentare, moda, turismo e ristorazione i comparti dell'economia pugliese al centro di questo viaggio in Cina. «La partecipazione di istituzioni e imprese al CISMEF è un'occasione importante - ha dichiarato Sandro Frisullo, vice presidente della Regione Puglia e assessore allo Sviluppo Economico - per consolidare ed incrementare l'interscambio fra Puglia e Cina. E lo è in particolare perchè la missione si concentra sulla provincia del Guangdong, una delle più rilevanti realtà economiche della Cina, in virtù delle sue ampie capacità di assorbimento di prodotti, di un sistema di trasporti molto avanzato e di un apparato produttivo di 400mila imprese».
«La nostra presenza - prosegue Frisullo- insieme al Governo italiano, è un segnale concreto non solo della volontà di essere vicini alle imprese, favorendo di fatto i processi di internazionalizzazione in aree ad elevatissimi tassi di sviluppo, ma anche di fare gioco di squadra a livello nazionale, per essere parte integrante di un progetto di rilancio della competitività di tutto il sistema Italia». Lo staff pugliese, coordinato dal consigliere regionale Dario Stefano, presidente della IV^ Commissione Consiliare Permanente «Sviluppo Economico» e da l presidente del Centro Estero Puglia, Luigi Lepri, è da giorni al lavoro anche in Cina per dare ad aziende ed istituzioni il migliore contesto operativo possibile per il raggiungimento degli obiettivi. Il CISMEF di Canton è una fiera per la piccola e media impresa sostenuta e sponsorizzata dal Ministero per le Attività Produttive italiano e da tutte le più importanti Istituzioni cinesi (Commissione Nazionale per lo Sviluppo e le Riforme, Ministeri delle Finanze e del Commercio, Commissione per la Regolamentazione Bancaria, Provincia di Guangdong).
L'edizione precedente della fiera ha raggiunto numeri significativi: 5.300 stand, 198mila visitatori fra pubblico, espositori e compratori, 23.000 contratti o accordi di cooperazione e investimento.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Altri articoli dalla sezione