Cerca

Martedì 26 Settembre 2017 | 10:59

Perquisizioni dal nonno di Ciccio e Tore

La madre ha nuovamente accusato in alcune interviste l'ex marito, dal quale è separata da oltre 10 anni, di essere coinvolto nella vicenda. I ragazzi sono scomparsi da Gravina dal 5 giugno
BARI - Agenti della squadra mobile e della polizia scientifica stanno perquisendo da stamane le abitazioni di alcuni parenti di Filippo Pappalardi, il padre dei due fratellini di Gravina di Puglia scomparsi il 5 giugno scorso.
In particolare, si tratta dell'abitazione del nonno di Ciccio e Tore e di una zia, dove con sofisticate attrezzature gli esperti della Questura stanno cercando eventuali tracce dei ragazzi. Ieri, con l'ausilio di una apparecchiatura in grado di «sondare» il sottosuolo e rilevare la presenza di anomalie negli strati del terreno, gli agenti hanno esaminato per ore i cinque poderi riconducibili a Pappalardi, e altri accertamenti tecnici sono stati eseguiti anche sui suoi automezzi. L'uomo, che nei giorni scorsi ha ricevuto un avviso di garanzia con l'ipotesi di sequestro di persona, si dice comunque sereno ed estraneo alla scomparsa dei figli. La madre, invece, ha nuovamente accusato in alcune interviste l'ex marito, dal quale è separata da oltre 10 anni, di essere coinvolto nella vicenda.

IL PADRE RESTA UNICO INDAGATO
Filippo Pappalardi «è l'unica persona indagata» per la scomparsa dei suoi due figlioletti. Lo ha ribadito il procuratore della Repubblica, Emilio Marzano, rispondendo alla domanda di un giornalista.
Il procuratore ha spiegato che l'iscrizione dell'uomo nel registro degli indagati è stata disposta «nel momento in cui sono stati acquisiti vari indizi che ci hanno indotto a credere che fosse opportuno approfondire le indagini e svolgere alcuni atti processuali». «Per questo - ha sottolineato - c'è stata la necessità di iscrivere a registro le persone nei cui confronti procedevamo». Le parole del procuratore, in particolare la frase «iscrivere a registro le persone nei cui confronti procedevamo» hanno suscitato la domanda se le persone indagate fossero più di una, ma il procuratore ha ribadito che Filippo Pappalardi «è l'unica persona indagata».

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Altri articoli dalla sezione