Cerca

Mercoledì 20 Settembre 2017 | 07:49

Lavoro nero e «oro rosso» blitz nei campi di Foggia

Operazione dei Carabinieri e del Nucleo Nucleo ispettorato del Lavoro. Scoperti 10 lavoratori senza contratto stranieri (5 ucraini e 5 romeni, 6 dei quali clandestini), pagati 3,50 euro all'ora. Denunciati i titolari di due aziende di Orta Nova • Sindacati: pugno duro contro schiavisti e «caporali»
FOGGIA - Impiegavano senza contratto numerosi cittadini stranieri, alcuni anche clandestini, nelle loro aziende agricole per la raccolta stagionale di pomodoro, pagandoli 3 euro e 50 centesimi all'ora. Lo hanno scoperto i Carabinieri del comando provinciale di Foggia che, con la collaborazione dei colleghi del Nucleo Ispettorato del Lavoro hanno denunciato due imprenditori agricoli. Carabinieri Si tratta di un uomo di 28 anni e una donna di 48, titolari di due aziende agricole che si trovano nelle campagne di Orta Nova. I due imprenditori sono accusati di aver favorito la permanenza nel territorio nazionale ed aver occupato illegalmente cittadini extracomunitari privi di permesso di soggiorno.
Un blitz, quello effettuato la scorsa notte dai militari, deciso da tempo per contrastare lo sfruttamento di lavoratori immigrati nella raccolta stagionale del pomodoro. Nel corso del blitz i militari hanno identificato 10 lavoratori extracomunitari, 5 ucraini e 5 romeni, 6 dei quali sprovvisti di permesso di soggiorno ed uno, un rumeno, già destinatario di un decreto di espulsione. Tutti, secondo quanto accertato dagli investigatori, vivevano in casolari e alloggi di fortuna nelle campagne tra Orta Nova e Foggia. Anche se i tre cittadini stranieri erano regolari poiché provvisti del permesso di soggiorno non erano stati assunti regolarmente dagli imprenditori agricoli. Al termine dei controlli i cittadini irregolari sono stati espulsi, mentre il cittadino romeno, destinatario del decreto di espulsione, è stato arrestato, per non aver ottemperato all'ordine del Questore di lasciare il territorio nazionale.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Altri articoli dalla sezione