Cerca

Mercoledì 20 Settembre 2017 | 13:14

Puglia protagonista del Mediterraneo

Presentate le tre Giornate dedicate ai Balcani 10 al 12 settembre nell'ambito della Fiera del Levante. «Stiamo dando il segno di un fortissimo lancio internazionale»
BARI - Il «ruolo della Puglia come attore fondamentale di politiche mediterranee» è stato sottolineato oggi dall'assessore al Mediterraneo della Regione Puglia, Silvia Godelli, che, insieme con il presidente della giunta pugliese, Nichi Vendola, e l'assessore regionale all'Industria, Sandro Frisullo, ha presentato le tre Giornate dedicate ai Balcani che si terranno dal 10 al 12 settembre nell'ambito della Fiera del Levante e che saranno concluse dal ministro degli Esteri, on.Massimo D'Alema.
«Con le Giornate sui Balcani che si terranno nell'ambito della Fiera del Levante - ha detto Godelli - stiamo dando il segno di un fortissimo lancio internazionale sia in termini di politica economica e sviluppo che in termini di relazioni internazionali, proprio a partire dall'area balcanica e sull'area molto più estesa del Mar Mediterraneo». «Corposissimi programmi e progetti - ha detto Godelli - avverranno nel quadro dei finanziamenti europei per la piena internazionalizzazione del sistema produttivo e del sistema culturale e politico della nostra regione». «Uno dei temi fondamentali - ha proseguito l'assessore, illustrando i risultati ottenuti nell'anno di lavoro di questa giunta regionale - è l'interconnessione tra i porti: i porti adriatici di Bari e di Brindisi e i porti adriatici di Bar e di Durazzo, sull'altra sponda; la possibile valorizzazione del porto di Taranto in rapporto ad azioni con l'Egitto e altre attività in termini di trasporto e mobilità di merci di uomini». Inoltre - ha aggiunto l' assessore al Mediterraneo - nella lista si menzionano anche «interventi in campo agricolo, in campo per la certificazione e il sostegno all'agricoltura di qualità.
«Un primo accordo - ha anche evidenziato l'assessore regionale - è dei coltivatori pugliesi con l'Egitto per la destagionalizzazione delle produzioni dell'uva»; quindi la possibilità, «anzichè di farsi concorrenza e distruggersi a vicenda, di cooperare e conquistare nuovi mercati». «Questa - ha spiegato Godelli - è la metodologia che vogliamo utilizzare: cooperazione tra soggetti sociali, e cooperazione tra paesi e territori».

Godelli ha detto anche di essere molto soddisfatta «di questo straordinario rapporto col governo nazionale che rafforza soprattutto il ruolo della Puglia» nell'ambito dei rapporti con il Mediterraneo. Secondo Godelli, «la Puglia ha bisogno oggi di vedere riconosciuto il proprio ruolo internazionale e la propria soggettività economica e noi crediamo che questo rapporto virtuoso, estremamente costruttivo con il governo nazionale non sia fatto di vane promesse ma di azioni comuni che ci danno una speranza in più e ci fanno parlare di sviluppo del nostro territorio e degli altri Paesi sul mediterraneo».

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Altri articoli dalla sezione