Cerca

Lunedì 25 Settembre 2017 | 22:45

Manfredonia - Incidente 30 anni fa, l'Anic di sversò arsenico

L'amministrazione comunale ha organizzato una serie di iniziative in coincidenza col trentesimo anniversario dell'esplosione, avvenuta il 26 settembre 1976
MANFREDONIA (FOGGIA) - L'amministrazione comunale di Manfredonia ha organizzato una serie di iniziative in coincidenza col trentesimo anniversario dell'esplosione, avvenuta il 26 settembre 1976, nell'ex stabilimento Anic, poi diventato Enichem.
Tra le iniziative annunciate dal Comune c'è l'istituzione di un centro di documentazione negli uffici di Manfredonia della facoltà di economia dell'università di Foggia. Inoltre sono previsti l'organizzazione di un master sulla sicurezza ambientale e, in collaborazione con la stessa facoltà dell'ateneo foggiano e con l'Arpa Puglia, un convegno sui temi della salute, dell'ambiente e dello sviluppo industriale.
Il 26 settembre 1976 all'Anic di Manfredonia esplose la colonna di lavaggio dell'arsenico dell'impianto per la produzione di urea. L'incidente provocò l'immissione nell'aria di tonnellate di anidride arseniosa e di ossido di carbonio. «A 30 anni da quel fatto - scrivono in una nota gli organizzatori delle iniziative - ci interessa non tanto esaminare se gli errori potevano essere evitati, quanto capire cosa è mutato nel frattempo. Analizzare pertanto se i temi dell'ambiente, della salute, della sicurezza, dentro e fuori le fabbriche, abbiano fatto seri passi in avanti; se il rapporto tra economia e risorse naturali sia stato impostato su basi nuove; se l'importanza data in questi anni allo sviluppo locale e agli strumenti della programmazione negoziata, come i patti territoriali, il contratto d'area, abbia dato i risultati attesi».

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Altri articoli dalla sezione