Cerca

Martedì 26 Settembre 2017 | 22:07

Rigassificatore - «Brindisi ha già pagato troppo»

Il presidente della Regione Puglia, Nichi Vendola, torna a chiedere che venga fatta la valutazione di impatto ambientale prima della costruzione del discusso stabilimento
BARI - «Un impianto ad altissimo rischio come è un rigassificatore non può essere costruito senza la valutazione di impatto ambientale: è un crimine contro l' umanità. Io chiedo che si faccia la valutazione di impatto ambientale, perchè Brindisi ha già pagato assai, troppo, ha la carne straziata da un processo di industrializzazione che non ha mai tenuto conto della vita, della carne, dei polmoni di questa città». Lo ha detto il presidente della Regione Puglia, Nichi Vendola, parlando con i giornalisti a margine di un incontro che si è svolto oggi nella Base di Pronto Intervento Umanitario delle Nazioni Unite di Brindisi, gestita dal Programma Alimentare Mondiale, dove era in visita il direttore esecutivo del Pam, James Morris.
«Non chiedo a nessuno - ha proseguito Vendola - di aderire alle mie opinioni chiedo per lo meno che ci sia la valutazione di impatto ambientale». «Noi dobbiamo continuare ostinatamente, insieme, a chiedere una cosa elementare: non si può immaginare per una città come Brindisi, con la storia di Brindisi, che sulla sua pancia venga collocato un impianto ad alto rischio senza quell' elemento precauzionale che è la valutazione di impatto ambientale».
«Fare, qui - ha aggiunto Vendola - in una città che è una giungla di impianti ad alto rischio un altro impianto di proporzioni importanti con rischi che sono probabilisticamente minimi ma che dal punto di vista dell' impatto sarebbero drammatici, è un delitto contro la Puglia». «Capisco che la British sia abituata a trattare questi territori ( ha detto Vendola ( con supponenza, con prepotenza, ma noi finchè avremo fiato in gola, con tutte le armi che potremo adoperare, continueremo a dire "no"».
«Quella storia - ha proseguito il presidente della Regione - nasce nella culla della peggiore Brindisi e oggi la migliore Brindisi è rappresentata da Mimmo Mennitti e da Michele Errico e non vuole reiterare quella terribile destinazione d'uso di una città a perdere». Vendola ha detto di attendere ancora dal governo nazionale la convocazione di una conferenza di servizi che metta al centro, sulla questione, la valutazione di impatto ambientale. «E' una partite difficile - ha ammesso Vendola ( Siamo tutti dei Davide contro Golia, ma quel Golia è un po' prepotente, un po' arrogante e abituato forse dalle vecchie amministrazioni a fare i comodi propri. Noi speriamo che Brindisi invece ce la faccia a vincere una partita che non è di Brindisi, è di tutta la Puglia».

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Altri articoli dalla sezione