Cerca

Mercoledì 20 Settembre 2017 | 16:51

Arrestato il compagno della madre di Ciccio e Tore

Nicola Nuzzolese, convivente di Rosa Carlucci, la mamma di Francesco e Salvatore Pappalardi, i due fratellini scomparsi da Gravina in Puglia il 5 giugno scorso, è accusato di aver compiuto atti di violenza sessuale su una minorenne. Gli inquirenti: «L'arresto non è collegato alla scomparsa dei fratellini. Non sappiamo se sono vivi»
GRAVINA IN PUGLIA (BARI) - Con l'accusa di aver compiuto atti di violenza sessuale su una minorenne, agenti della squadra mobile della questura di Bari hanno arrestato Nicola Nuzzolese, convivente di Rosa Carlucci, la mamma di Francesco e Salvatore Pappalardi, i due fratellini scomparsi da Gravina in Puglia il 5 giugno scorso.
L'arresto è stato eseguito in base ad un' ordinanza di custodia cautelare emessa dal gip del Tribunale di Bari Iolanda Carrieri su richiesta del sostituto procuratore inquirente, Antonino Lupo.
Lupo è il magistrato che indaga sulla scomparsa dei due fratellini dei quali si sono perse le tracce da circa tre mesi e dei quali, ancora oggi, non si sa se siano vivi o morti.
Proprio indagando sulla scomparsa dei due fratellini, la polizia ha scoperto i presunti episodi di violenza sessuale compiuti - secondo l'accusa - da Nuzzolese su una ragazzina di 15 anni.

L'arresto di Nicola Nuzzolese è «sicuramente non collegato alla scomparsa dei fratellini Pappalardi». E' quanto si apprende da fonti inquirenti, che sottolineano che all'arresto dell'uomo, che convive da qualche tempo a Santeramo in colle (Bari) con Rosa Carlucci, la mamma dei due fratellini scomparsi, si è arrivati proprio indagando sulla scomparsa dei due ragazzini.
Particolari sulle indagini che hanno portato all'emissione del provvedimento restrittivo a carico dell'uomo saranno resi noti in tarda mattinata dal procuratore della Repubblica di Bari, Emilio Marzano, nel suo ufficio in via Nazariantz.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Altri articoli dalla sezione