Cerca

Domenica 24 Settembre 2017 | 03:32

In 100.000 alla Notte della Taranta

Serata conclusiva della nona edizione del festival, a Melpignano (Lecce). Sul palco, tra l'altro, incontro fra la tradizione salentina e le sonorità caraibiche dei Buena Vista Social Club
LECCE - Si è svolta in assoluta tranqulllità la serata conclusiva della nona edizione del festival La Notte della Taranta, ieri sera a Melpignano, per la quale le forze dell'ordine, insieme all'organizzazione del festival, hanno stimato una presenza di ben 100.000 persone che, nel corso della serata, hanno affollato il piccolo centro del Salento. Sul palco nel piazzale degli Agostiniani il concertone si è svolto come da programma, con la successione delle tre parti: la prima affidata agli anziani cantori dell'area di Corigliano d'Otranto (Giovanni Avantaggiato, Leonardo Serra e Nicola Campa), a quelli della Famiglia Cordella di Copertino e alla Famiglia degli Zimba.
La seconda parte con il riuscito incontro fra la tradizione salentina e le sonorità caraibiche dei Buena Vista Social Club che hanno ospitato la mitica voce di Uccio Aloisi, di Claudio Cavallo Giagnotti e dei musicisti che hanno curato in questi giorni gli arrangiamenti musicali del repertorio misto cubano-salentino: il percussionsita Alessandro Monteduro e il sassofonista Raffaele Casarano.
La terza e più ampia sezione del concertone ha visto sul palco l'Orchestra Popolare La Notte della Taranta diretta dal maestro concertatore Ambrogio Sparagna, con Lucio Dalla, Carmen Consoli, Peppe Servillo e Lucilla Galeazzi e Carlos Nunez, in un trascinante concerto che ha sedotto la folla di Melpignano. Complessivamente la serata è durata quasi sette ore: è partita infatti alle 21.00 in punto con la lettura di due testi poetici di Vittorio Bodini da parte dell'attore Pierluigi Mele e si è conclusa, con le naturali pause fra un momento e l'altro del concertone, solo alle quattro del mattino su una Pizzicarella cantata dalla straordinaria voce della quindicenne Alessia Tondo con il tappeto sonoro dell'Orchestra, pezzo che s stato scelto come bis e come ideale filo rosso che tiene insieme le ultime tre edizioni del concertone orchestrate da Ambrogio Sparagna. La festa si è spostata poi come ogni anno nei vicoli del paese con canti e balli, per spegnersi solo alle luci dell'alba.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Altri articoli dalla sezione