Cerca

Sabato 23 Settembre 2017 | 07:51

Taranto - Accoltella il fratello e fugge

Protagonista del fatto, un pregiudicato 34enne, arrestato dai carabinieri alle prime luci dell'alba. Il ferito non è grave, se la caverà in 15 giorni, la lama non ha leso organi vitali
TARANTO - Una pugnalata all'addome inferta al fratello, poi la fuga, terminata in un piccolo albergo della città. Protagonista del fatto, un pregiudicato 34enne di Taranto, Angelo Ciaccia, arrestato dai carabinieri alle prime luci dell'alba.
L'uomo, a conclusione dell'ennesima lite in famiglia, aveva sferrato ieri sera una coltellata al fratello 40enne, Giancarlo, fuggendo poi dal quartiere Paolo VI e facendo perdere le sue tracce.
I Carabinieri, immediatamente giunti sul posto, hanno soccorso il ferito, avviando nel contempo le ricerche del fratello, portate avanti per tutta la notte, coinvolgendo un centinaio di militari del Nucleo Operativo e Radiomobile e di tutte le Stazioni della Compagnia. In tutta la città sono stati istituiti posti di blocco ed effettuate decine di perquisizioni, e passati al setaccio le abitazioni di conoscenti e familiari, nonchè tutti i luoghi notoriamente frequentati dal ricercato. Proprio in uno di questi, un hotel anonimo del centro di Taranto, l'uomo è stato ritrovato e catturato nel sonno.

I carabinieri hanno circondato l'edificio, controllato tutte le possibili vie di fuga e, arrivati nella stanza in cui dormiva il ricercato. Nel corso della perquisizione, i militari hanno anche recuperato l'arma del delitto, un coltello a serramanico lungo 18 centimetri. Non gravi le condizioni del ferito, che se la caverà in 15 giorni. I medici dell'ospedale S. Giuseppe Moscati lo hanno immediatamente curato accertando che la lama non aveva leso nessun organo vitale.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Altri articoli dalla sezione