Cerca

Mercoledì 20 Settembre 2017 | 22:15

Lecce - Sequestra compagna, arrestato

La donna ha chiesto aiuto alla Centrale Operativa della Questura. I Vigili del fuoco, chiamati dai poliziotti, per non danneggiare la porta, l'hanno aiutata a uscire dalla finestra
LECCE - Sequestro di persona: è l'accusa nei confronti di Davide Bottoni, 38 anni, nato e residente in Francia, arrestato a Lecce da agenti delle Volanti della Questura. L'uomo, secondo quanto accertato dagli inquirenti, avrebbe chiuso a chiave la sua compagna francese, G.C.V., di 58 anni in un appartamento in zona Salesiani. La donna, infatti, intorno alle 7 di ieri ha chiesto aiuto alla Centrale Operativa della Questura. I Vigili del fuoco, chiamati dai poliziotti, per non danneggiare la porta, l'hanno aiutata a uscire dalla finestra che si trova al primo piano dell'abitazione.

Nella denuncia la donna francese ha detto di aver conosciuto Bottoni più di un anno fa a Parigi dove l'uomo lavorava come cameriere e di averlo frequentato per parecchi mesi. Poi la relazione si era interrotta a causa del carattere dell'uomo, «violento» secondo quanto riferito dalla donna, con una tendenza spiccata all'abuso di alcool. Pressata da Bottoni, ad agosto si era convinta a riallacciare la relazione. Entrambi si sono stabiliti a Lecce nell'appartamento in zona Salesiani di proprietà di una amica della vittima. Ma presto la donna si è resa conto che il carattere dell'uomo evidentemente non era cambiato, anzi forse era peggiorato. Continue, stando al suo racconto, sono state nei giorni scorsi le liti e le urla.
L'altro ieri sera, Bottoni, forse in preda all'alcool, avrebbe colpito la donna con schiaffi e morsi. Alla fine l'uomo si è impossessato delle chiavi dell'automobile che la donna aveva noleggiato in Italia e delle chiavi di casa ed è uscito, chiudendola all'interno, nonostante le sue implorazioni. La donna non ha chiamato subito i soccorsi, se non la mattina seguente.
Grazie alle sue indicazioni, Bottoni è stato trovato in un altro appartamento a Novoli in compagnia di un'altra donna. Oltre ad essere arrestato per sequestro di persona, l'uomo è stato deferito all'Autorità Giudiziaria per il furto dell'auto e le percosse.
G.C.V. ha deciso di tornare in Francia nei prossimi giorni ma ha anche comunicato che tornerà sicuramente a Lecce per far visita alla sua amica proprietaria dell'appartamento che le è stata molto vicina in questa vicenda ed ha dichiarato di non provare alcun risentimento per gli italiani.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Altri articoli dalla sezione