Cerca

Lunedì 25 Settembre 2017 | 11:49

Armi ed esplosivi: 5 arresti nel barese

Sono stati sequestrati dai carabinieri 14 ordigni rudimentali, micce a lenta combustione, due pistole risultate rubate, una cinquantina di proiettili ed un coltello
BARI - Cinque persone con precedenti penali sono state arrestate dai carabinieri della compagnia di Triggiano, che a seguito di una segnalazione hanno effettuato un controllo in una autocarrozzeria sulla provinciale 70 tra Adelfia e Palese. All'arrivo dei militari, gli occupanti si sono barricati all'interno, e da una finestra qualcuno si è sbarazzato di un giubbotto con all'interno due pistole, di cui una con il colpo in canna. Poco dopo i cinque si sono arresi.
Si tratta di Giuseppe Coletta, di 40 anni, Vito Chiumarulo, di 28 anni, Antonio Roberto, di 30 anni, Stefano D'Addario, di 21 anni e Antonio Abbinante, di 41 anni, tutti di origine barese ma residenti nell'hinterland. Nel corso delle perquisizioni, in casa del Roberto i carabinieri hanno trovato 14 ordigni rudimentali, per un peso di quasi due chilogrammi di materiale esplodente, micce a lenta combustione ed un coltello di genere proibito, mentre in una vettura in sosta nei pressi della carrozzeria, che è stata posta sotto sequestro, sono stati scoperti 50 proiettili per pistola. Le armi, una 7,65 ed una cal.22, sono risultate rubate.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Altri articoli dalla sezione