Cerca

Martedì 26 Settembre 2017 | 23:59

Foggia - Tenta di rapire bimba di 6 anni: arrestato

Il sequestro è stato sventato dal padre della bimba e da un carabiniere che transitava a piedi in quei frangenti. Agli arresti un rumeno, Ion Nita, di 52 anni, privo di permesso di soggiorno e che quando è accaduto il fatto, ieri sera, era ubriaco. La bambina non ha riportato ferite ma ha subito un forte choc
TORREMAGGIORE (FOGGIA) - Un uomo di 52 anni di nazionalità rumena è stato arrestato dai carabinieri con l'accusa di aver tentato di sequestrare una bambina di sei anni che stava giocando nei pressi della propria abitazione. L'episodio è avvenuto ieri sera alla periferia di Torremaggiore (Foggia).
Il sequestro è stato sventato dal padre della bimba e da un carabiniere che transitava a piedi in quei frangenti. Un complice dell'arrestato è riuscito a fuggire dopo una colluttazione.
Il rumeno arrestato dai carabinieri con l'accusa di aver tentato di sequestrare una bimba di sei anni si chiama Ion Nita, ha 52 anni, è privo di permesso di soggiorno e quando è accaduto il fatto, ieri sera, era ubriaco. Lo hanno riferito i carabinieri.
Secondo la ricostruzione fatta dai militari dell'Arma, sulla base anche della denuncia del padre della bimba, tutto è avvenuto a pochi metri dall'abitazione della piccola. La bimba stava giocando con alcune amichette, mentre il padre, bracciante agricolo di 30 anni, si era inginocchiato sull'asfalto per verificare cosa provocasse rumore sotto lo 'chassis' della propria auto. All'improvviso, l'uomo ha udito la bimba gridare «Papà, aiuto» e, rialzatosi, ha visto due persone, una delle quali stringeva la bambina tentando di portarla via.

Il padre della piccola si è lanciato sugli aggressori ed ha ingaggiato una colluttazione con uno di loro, che però è riuscito a divincolarsi ed è fuggito. Subito dopo il padre della bimba si è scagliato contro il rumeno che teneva stretta la piccola, riuscendo a fargli mollare la presa e colpendolo con un paio di pugni. In quei frangenti è transitato in strada un brigadiere dei carabinieri che stava andando a prendere servizio nella caserma del paese. Il militare è subito intervenuto, aiutando il padre della bimba a bloccare il sequestratore.
La bimba è stata immediatamente ricondotta a casa; non ha riportato ferite ma ha subito un forte choc. Il padre è stato invece medicato per alcune contusioni e guarirà in cinque giorni. Il rumeno arrestato, che era ubriaco e senza documenti, è stato identificato in caserma grazie ad alcune foto segnaletiche. I carabinieri, alla luce delle condizioni economiche della famiglia della bimba, escludono che il tentativo di sequestro avesse scopo estorsivo.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Altri articoli dalla sezione