Cerca

Domenica 24 Settembre 2017 | 10:47

Taranto - Rapina a portavalori

Quattro o cinque malviventi, armati di pistola e con il volto nascosto da maschere di carnevale, hanno aggredito due guardie giurate e portato via 230mila euro
TARANTO - Una rapina a un furgone portavalori della società di viglianza Ivri, con un bottino da 230mila euro, si è verificata questa mattina in viale Magna Grecia a Taranto vicino all sede della Banca Intesa. Pochi minuti prima delle 10 quattro o cinque malviventi, armati di pistola e con il volto nascosto da maschere di carnevale, hanno aggredito le due guardie giurate impossessandosi della sacca con il bottino in contanti. Poco dopo sul posto sono giunti gli agenti della Questura.

I vigilantes erano appena giunti sul posto. Mentre uno presidiava il furgone, l'altro stava per effettuare una bonifica preventiva all'esterno e all'interno dell'istituto bancario prima di procedere alle operazioni di carico e scarico. Quest'ultimo è stato affrontato e percosso da uno dei rapinatori che indossava l'uniforme da marinaio e poco prima fingeva di essere in attesa di utilizzare il servizio bancomat. Con l'aiuto dei complici il finto marinaio si è impossessato della pistola della guardia giurata. Gli altri componenti della banda hanno immobilizzato l'altro vigilante, sottraendogli la sacca contenente il denaro. I malviventi sono poi fuggiti tutti a bordo di una Fiat Punto di colore grigio.

Le pattuglie della Squadra Mobile e della Sezione Falchi della Polizia hanno ritrovato poco dopo in Via Lago di Leonessa l'autovettura risultata rubata a ottobre dell'anno scorso a Taranto. Gli specialisti della Polizia Scientifica stanno effettuando rilievi a bordo per cercare di risalire ai rapinatori. Per uno dei vigilanti si sono rese necessarie le cure dei sanitari del 118 giunti sul posto, a causa delle contusioni riportate durante le fasi concitate della rapina.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Altri articoli dalla sezione