Cerca

Martedì 26 Settembre 2017 | 18:31

A difesa degli ulivi di Puglia e Basilicata

Il Fondo ambiente Italia (Fai) ha promosso una campagna di sensibilizzazione denominata «Progetto di tutela e valorizzazione dei paesaggi degli ulivi»
MATERA - Le sezioni territoriali di Matera, Bari, Lecce e Taranto del Fondo ambiente Italia (Fai) hanno promosso una campagna di sensibilizzazione denominata «Progetto di tutela e valorizzazione dei paesaggi degli ulivi».
L'iniziativa è finalizzata «ad attivare sopratutto in Puglia una legge di tutela delle piante secolari, al centro di un fiorente mercato illegale che sottrae periodicamente al territorio gli ulivi destinati ad abbellire le ville di altre zone del Paese o dell'Estero».
«L'esperienza della Basilicata - ha detto il responsabile materano del Fai, Nicola Grande - è di sicuro riferimento sia sul piano normativo, in quanto la nostra regione ha una legge di tutela, che su quello metodologico. Ben 115 piante di ulivo, con una età di 70 anni, sono state salvate e piantate altrove durante i lavori di costruzione della caserma dei vigili del fuoco di Ferrandina. E' una tecnica praticabile, che - ha concluso - può essere attuata con successo per non disperdere un patrimonio che fa parte della tradizione arborea e produttiva del Mediterraneo».

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Altri articoli dalla sezione