Cerca

Domenica 24 Settembre 2017 | 01:44

Muore annegato nel Salento

Antonio Michele Ferraro, si era tuffato da alcuni scogli ma, forse anche a causa di un malore, era stato sovrastato dalle onde provocate dal forte vento di maestrale
SANTA MARIA DI LEUCA (LECCE) - Personale di una motovedetta della Capitaneria di porto di Gallipoli (Lecce) ha recuperato in mare il cadavere di un uomo dato per disperso dal tardo pomeriggio di ieri dopo essere stato risucchiato dalle onde in località «Tre porte», al largo di Santa Maria di Leuca. La vittima è Antonio Michele Ferraro, di 54 anni, di Castrignano del Capo (Lecce).
L'uomo ieri si era tuffato da alcuni scogli ma, forse anche a causa di un malore, era stato sovrastato dalle onde provocate dal forte vento di maestrale. Alcuni giovani turisti a bordo di un'imbarcazione avevano notato il bagnante in difficoltà che chiedeva aiuto e gli avevano lanciato una ciambella di salvataggio, ma Ferraro non era riuscito a mantenersi a galla ed era scomparso tra le onde.
L'allarme era stato dato dal fratello della vittima, dopo aver visto che il congiunto non era tornato a casa. Ieri le prime ricerche, compiute con l'ausilio di motovedette della capitaneria di porto e dei carabinieri, non avevano dato esito. Stamani, dopo alcune ore di perlustrazione in mare, il corpo del bagnante è stato localizzato e recuperato.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Altri articoli dalla sezione