Cerca

Sabato 23 Settembre 2017 | 11:24

«Macchine da guerra» in mostra a Lucera

Due i momenti espositivi: il primo, con inaugurazione il 17 agosto, con la collezione di Michele Maiori e le sculture di Salvatore Auricchiella, e il secondo per il 28 agosto
LUCERA - Con la mostra «Macchine da guerra» viene riaperta, a trent'anni dalla chiusura, la Torre della Leonessa o della Regina, il mastio angioino del Castello di Lucera, in provincia di Foggia. La mostra si compone di due momenti espositivi: il primo, la cui inaugurazione è prevista il 17 agosto, in cui saranno allestite la collezione di Michele Maiori e le sculture di Salvatore Auricchiella, e il secondo, che sarà inaugurato il 28 agosto alla presenza dell'assessore regionale ai Beni Culturali Domenico Lomelo, in cui saranno esposte le opere degli artisti Vincenzo Beccia, Dario Damato, Mosè La Cava, Salvatore Lovaglio e Paolo Lops.

Il titolo «Macchine da guerra» rievoca le atmosfere legate a questo antico luogo, ricco di suggestione: gli ambienti della torre ancor'oggi intatti, rimandano ai luoghi fortificati di cui era costellata la Puglia. Proprio la fortezza di Lucera, dopo i fasti della corte sveva e l'importante presenza delle milizie saracene, al seguito di Federico II, vive una nuova giovinezza con la corte angioina, e la Torre della Leonessa è il simbolo di questo rinascimento militare, raffinata nelle finiture (come le mensole), che contraddicono, in eleganza, la possanza difensiva del mastio.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Altri articoli dalla sezione