Cerca

Martedì 19 Settembre 2017 | 15:42

Al via restauro leoni della Cattedrale di Trani

Le due sculture, situate ai piedi del portale della chiesa e danneggiate dai vandali lo scorso luglio, torneranno come erano prima entro la fine di ottobre
TRANI - Via libera ai lavori di restauro dei leoni in pietra della Cattedrale di Trani. Le due sculture, situate ai piedi del portale della chiesa e danneggiate dai vandali lo scorso luglio, torneranno come erano prima entro la fine di ottobre. Ad annunciarlo è stata la dirigente della Soprintendenza per i beni artistici e storici delle province di Bari e Foggia, Rosa Lorusso, nel corso di un incontro tenutosi questa mattina con l'arcivescovo di Trani Mons. Giovan Battista Pichierri e il vice sindaco di Trani Mauro Scagliarini.
Incontro servito a fare il punto della situazione e a prendere ufficialmente in consegna il cantiere. La rappresentante della Soprintendenza, incaricata di dirigere i lavori, era accompagnata da Franco Adamo e Adele Cecchini, i due esperti restauratori dell'Istituto Centrale per il Restauro di Roma, i quali realizzeranno materialmente l'intervento. Non più tardi di ottobre, quindi, tutto tornerà alla normalità. «L'intervento sarà finanziato da un fondo statale ed è abbastanza semplice», ha spiegato l'esperta della Soprintendenza. «In una prima fase -ha riferito- raccoglieremo tutti i microframmenti residui per sottoporli a una leggera pulitura; successivamente passeremo all'opera vera e propria di assemblaggio».

ZONA TRANSENNATA FINO A COMPLETAMENTO LAVORI
Fino al termine dei lavori il sagrato della Cattedrale rimarrà transennato per motivi di sicurezza. La Soprintendenza per i beni artistici e storici, inoltre, su espressa richiesta dell'arcivescovo di Trani, si è impegnata anche a realizzare una perizia tecnica preliminare sul portale in legno della Cattedrale e sulle sue parti ornamentali al fine di verificare l'opportunità di procedere a una sua immediata manutenzione.
Grande soddisfazione è stata espressa dall'amministrazione comunale di Trani per voce del vice sindaco Mauro Scagliarini: «Teniamo tantissimo -ha detto- a questo monumento che rappresenta in tutto il mondo il simbolo di Trani. Per questo vogliamo fare tutto il possibile affinchè altre devastazioni come quella di luglio siano evitate. Sin da subito abbiamo rafforzato la sorveglianza mentre, come già detto altre volte, a fine agosto installeremo proprio a piazza Duomo il sistema di videosorveglianza».
«Ma c'è un'altra importante novità: l'amministrazione comunale, -ha aggiunto- in collaborazione con la polizia municipale, sta studiando soluzioni concrete per procedere alla definitiva chiusura al traffico di quest'area, analogamente a quanto avviene in tutte le altre città d'arte d'Italia». Non sono stati ancora definiti i dettagli del provvedimento ma è certo, come assicura il Col. Antonio Modugno, comandante della polizia municipale, che «si tratterà di soluzioni che non creeranno disagi ai cittadini e soprattutto non ostacoleranno la piena funzionalità dei vicini uffici giudiziari».

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Altri articoli dalla sezione