Cerca

Mercoledì 20 Settembre 2017 | 00:38

Coop - Farmaci in vendita a Bari

La catena commerciale inizia ad applicare la "legge Bersani" in tre città: il capoluogo pugliese, Carpi e Ferrara. I "corner della salute" verranno istituiti nel giro di 15 giorni
Farmacista ROMA - Approvata ieri la legge Bersani la Coop non perde tempo e oggi ha annunciato l'avvio, entro 15 giorni, dei Corner della salute in tre Ipermercati con sconti che arriveranno ad una media del 25%. Tre nuovi punti vendita all'interno della grande distribuzione che si aggiungeranno al punto già aperto nel supermercato di Vicenza del gruppo Unicom. Circa 300 i farmaci da automedicazione che verranno proposti: si tratta, ha sottolineato Coop, dell'80% delle aree terapeutiche. Intanto saranno assunti 9 farmacisti, tre per ogni punto vendita. Mentre il fatturato previsto è stato valutato tra i 250 mila e i 300 mila euro per ogni Corner.
Carpi, Ferrara e Bari, con angoli ben definiti, arredati in verde-turchese e presidiati da un farmacista, saranno i pionieri della vendita dei farmaci Otc e Sop nella grande distribuzione, ma entro l'autunno, hanno assicurato i rappresentanti Coop, se ne conteranno 26, per arrivare nel 2007 a 150. Per ora, su 1300 punti vendita, solo questi hanno i requisiti previsti dalla legge per portare i farmaci al supermercato. Per le aperture del prossimo anno, Coop sta valutando le circa 600 domande di lavoro già pervenute da parte di farmacisti. Nei Corner non saranno venduti solo farmaci da banco senza obbligo di prescrizione, ma anche tutto quello che riguarda salute e benessere in generale. Tre gli impegni presi dalla Coop in campo di farmaci nei confronti del consumatore: «Maggiore servizio, sicurezza e prezzi più bassi».
I primi sconti previsti da Coop superano fin da ora quelli dell'accordo stretto tra Federfarma e il Governo che individuava un tetto del 20%. «Su alcuni prodotti - ha detto Vincenzo Tassinari , presidente Coop Italia - avremo uno sconto minimo pari al 20% per altri lo sconto potrà essere sin da subito più consistente». «La nuova legge - ha spiegato Aldo Soldi, presidente Coop Ancc - introduce la libertà di sconto in corpo all'esercente. Prima non era così, per questo c'è stato l'accordo Governo-Federfarma, ma ora questo patto è superato per tutti. Con la legge si supera quell'accordo, ma rimane il vincolo del sottocosto come per gli altri prodotti».
E tra gli scaffali del supermercato non ci saranno grandi rivoluzioni, nemmeno per quei prodotti che in qualche modo riguardano la salute o l'alimentazione, come latte in polvere, omogeneizzati o cibi per celiaci che già si trovano nella grande distribuzione. «Tutti quei prodotti che il consumatore ha già imparato a scegliere non saranno spostati - ha assicurato Vincenzo Santaniello, responsabile progetto farmaci -. Nei Corner della salute solo quei prodotti per i quali il consumatore ha bisogno dell'assistenza del farmacista. Forse faremo delle eccezioni per alcuni alimenti che potrebbero essere accorpati al Corner».
Infine, è in fase di realizzazione una campagna di informazione rivolta a sensibilizzare i consumatori al corretto uso dei farmaci, che prevede la distribuzione all'interno dei Corner di opuscoli monografici su temi specifici a partire da settembre.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Altri articoli dalla sezione