Cerca

Giovedì 21 Settembre 2017 | 06:51

Per i voli in ritardo multata l'Air One

Per la prima volta l'Enac - l'ente nazionale aviazione civile - commina sanzioni in base ai regolamenti dettati dall'Unione europea. La Compagnia dovrà pagare o 150mila euro entro due mesi, oppure 450mila euro in caso non "concili" entro tale termine. Il caos nel sistema di prenotazioni e viaggi si è verificato nel corso dell'ultimo fine settimana anche a Bari. È stata verificata la violazione di 22 regole della Comunità europea
Aviazione Air One ROMA - Una multa compresa tra i 150 mila euro - se la Compagnia provvederà volontariamente a versare la sanzione entro 60 giorni - ed i 450 mila euro, nel caso invece Air One non volesse conciliare. È questa la multa decisa dall'Enac nei confronti della Compagnia aerea per i disagi che hanno caratterizzato l'ultimo weekend. Si è trattato - si legge in una nota dell'Ente Nazionale per l'Aviazione civile - di «gravi disservizi» a fronte dei quali « sono state riscontrate 22 violazioni» del regolamento dell'Unione europea.
In relazione ai disagi dei giorni scorsi, ed in particolare di domenica 30 e di lunedì 31 luglio, che hanno comportato numerosi ritardi e cancellazioni - spiega l'Enac nella nota - «sono state riscontrate 22 violazioni da parte di tale vettore rispetto a quanto sancito dal Regolamento comunitario n. 261/2004, che stabilisce le regole comuni europee in materia di compensazioni e assistenza ai passeggeri in caso di negato imbarco, di cancellazione del volo e di ritardi prolungati».
Qualora Air One provvedesse volontariamente al pagamento delle «singole contestazioni in misura ridotta entro 60 giorni dalla notifica, l'importo che la compagnia dovrà corrispondere sarà di circa 150.000 euro». Nel caso invece AirOne «non volesse conciliare in misura ridotta i pagamenti per le contestazione formulate dall'Enac secondo il Regolamento di riferimento, l'importo che la compagnia dovrà corrispondere potrà raggiungere un massimo di circa 450.000 Euro».
Si tratta della prima «volta che viene applicato il Regolamento», ricorda nella nota il presidente dell'Enac - Vito Raggio - sottolineando che questi «provvedimenti non intendono penalizzare le compagnie aeree, ma rappresentare un deterrente affinché situazioni difficili e di forte disagio per i passeggeri, come quelle che si sono verificate negli ultimi giorni, non abbiano più a ripetersi».

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Altri articoli dalla sezione