Cerca

Giovedì 21 Settembre 2017 | 18:07

Pedofilia a Gravina, le violenze risalirebbero a tre mesi fa

A far arrivare gli inquirenti sulle tracce dell'uomo di 37 anni arrestato a Gravina in Puglia da agenti della Squadra Mobile della Questura di Bari e del Commissariato di Polizia sono state un risvolto delle indagini sulla scomparsa di Francesco e Salvatore Pappalardi, i fratelli di 13 e 11 anni di cui non si hanno più notizie dal 5 giugno
BARI - Risalirebbero a qualche mese fa, non più di tre, gli atti di violenza sessuale, compiuta o tentata, ai danni di ragazzini minorenni dall'uomo di 37 anni arrestato ieri pomeriggio a Gravina in Puglia da agenti della Squadra Mobile della Questura di Bari e del Commissariato di Polizia in esecuzione di un'ordinanza di custodia cautelare. A far arrivare gli inquirenti sulle sue tracce sono state le indagini, o meglio un risvolto delle indagini, sulla scomparsa di Francesco e Salvatore Pappalardi, i fratelli di 13 e 11 anni di cui non si hanno più notizie dal 5 giugno.
Gli investigatori sono riusciti a trovare i primi elementi raccogliendo «interviste», all'inizio in modo informale, con un vero e proprio «porta a porta» alle persone che abitano nel quartiere «Piaggio», una zona dove ci sono diverse abitazioni abbandonate ma che in parte è ancora abitato, e chiedendo loro quali fossero i posti maggiormente frequentati dai ragazzini, i ruderi, le grotte, gli anfratti vicino alla «gravina». I due ragazzini, vittime degli episodi incriminati, uno tentato e l'altro riuscito, hanno fornito una fattiva collaborazione. Probabilmente, però, sono stati altri due coetanei a rendere le testimonianze decisive per l'individuazione del sospetto.
L'uomo è stato individuato intorno alla metà del mese scorso, in pratica a un mese e mezzo dalla scomparsa dei due ragazzini con la quale, continuano a precisare gli inquirenti, la vicenda del presunto pedofilo non ha alcun collegamento. Poi c'è stata la richiesta di applicazione della misura cautelare in carcere del pm Giovanni Colangelo a carico dell'indiziato. Il gip ha ritenuto che ci fossero elementi sufficienti. Entro domani dovrebbe svolgersi l'interrogatorio di garanzia.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Altri articoli dalla sezione