Cerca

Giovedì 21 Settembre 2017 | 07:12

Ostuni - Ucciso tedesco gestore di un pub

La vittima è Eggo Buthz: aveva 70 anni. Il delitto è avvenuto nella casa rurale dell'uomo, in località Lamaforca. Pare che sia stato legato ed ammazzato da 4 uomini con un colpo di pietra alla testa sul terrazzo dell'abitazione. Viveva in Puglia da 17 anni ed era proprietario di un locale in località Pantanagianni. Per entrare in casa sua, hanno preso in ostaggio l'ex moglie • Il movente sarebbe un "tesoro" di 30mila euro, nascosto nella lavatrice
Ostuni - Omicidio Buthz OSTUNI (Brindisi) - Un cittadino tedesco, che si era stabilito da molti anni in Italia, è stato ucciso nella masseria in cui viveva nelle campagne di Ostuni con un colpo alla testa che gli è stato inferto con un corpo contundente. La vittima è Eggo Buthz, aveva 70 anni ed era proprietario di un pub in una località vicina a quella doveva abitava, sulla costa ostunese.
L'omicidio è avvenuto nella notte. L'allarme - a quanto si è saputo - è stato dato dalla moglie, anche lei tedesca, che si era separata da Buthz da un paio di anni e vive in una masseria che dista solo una cinquantina di metri da quella dell'uomo. Nella casa rurale di Buthz - che è in località Lamaforca - sono ora al lavoro il magistrato che dirige le indagini, Francesco Mattiace della Procura di Brindisi, Carabinieri e Polizia.
Il corpo dell'uomo è stato trovato sul terrazzo della masseria, lo stesso luogo dove dovrebbe essere avvenuta l'aggressione.
A quanto è stato reso noto, l'uomo viveva da solo nella sua masseria, una casa rurale a poche decine di metri dal mare a Lamaforca, una località costiera ostunese tra le più belle e frequentate della Puglia. Eggo Buthz si era stabilito definitivamente nell'Ostunese - luogo scelto ormai da molti inglesi e tedeschi come seconda residenza - da 17 anni: a pochi chilometri di distanza, in località Pantanagianni, si trova il pub che l'uomo gestiva.
Per ora non si sa se gli investigatori abbiano già trovato tracce che possano far ritenere che l'aggressione sia stata compiuta per rapina. Sul corpo dell'uomo, oltre alla ferita alla testa che dovrebbe averne provocato la morte, sembra siano stati trovati segni ai piedi come se fosse stato legato: non si sa, tuttavia, se siano state trovate le corde con le quali sarebbe stato legato.
A quanto si è saputo, una ricostruzione dell'accaduto è stata fatta agli investigatori dalla ex moglie. La donna ha raccontato di essere stata aggredita in casa sua - dove si trovava da sola - da quattro persone incappucciate, che l'hanno portata con la forza nella masseria del marito, a poche decine di metri da casa sua. Secondo il racconto della donna, mentre lei veniva tenuta legata in una parte della casa di Buthz, gli aggressori hanno ucciso l'uomo. Quando i quattro sono fuggiti dalla casa, la donna - a quanto ha detto agli investigatori - è riuscita a liberarsi dai legami e a dare l'allarme.
Le indagini - ancora in corso nella masseria di Buhtz - sono dirette dal Pm della Procura della Repubblica brindisina Francesco Mattiace e coordinate dal comandante provinciale dei carabinieri, col. Russo.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Altri articoli dalla sezione