Cerca

Martedì 26 Settembre 2017 | 09:34

Incendio su treno Foggia-Bari, solo panico

Secondo i vigili del fuoco, le fiamme hanno distrutto la pilotina, una motrice posta in coda al treno, e l'ultimo vagone, provocando panico tra i viaggiatori
BARI - Un incendio si è sviluppato poco fa su un treno locale di Trenitalia, in servizio tra Foggia e Bari, il numero 12501. A quanto si è appreso, mentre il convoglio era giunto alle porte di Bari, nei pressi dello stabilimento della Coca Cola, per cause in corso di accertamento ha preso fuoco la motrice e le fiamme, secondo le prime informazioni, si sono propagate a un vagone.
Il treno si è fermato mentre a bordo si verificavano scene di panico, con viaggiatori che, a quanto pare, si sarebbero gettati dai finestrini.
Sul posto sono intervenute due squadre dei vigili del fuoco e due autobotti che stanno tuttora operando. Numerose sono state le richieste di aiuto giunte nelle sale operative di polizia, carabinieri e vigili del fuoco.
Fortunatamente non c'è stato nessun danno alle persone. L'incendio ha interessato una pilotina e un vagone del treno regionale 12501 in servizio tra Foggia e Bari. L'incendio si è sviluppato quando il treno era alla periferia di Bari.

Secondo i vigili del fuoco, le fiamme hanno distrutto la pilotina, una motrice posta in coda al treno, e l'ultimo vagone, provocando panico tra i viaggiatori. Trenitalia fa sapere che il treno è stato fatto fermare alla periferia di Bari in corrispondenza della zona industriale perchè usciva fumo dall'ultimo vagone e si volevano far scendere i passeggeri - complessivamente sette - e il personale di bordo, per evitare danni alle persone.
Dopo che il treno è stato fatto fermare alla fermata della zona industriale di Bari si sono sviluppate le fiamme che, secondo i vigili del fuoco, hanno provocato panico tra i viaggiatori, inducendoli a gettare bagagli dai finestrini e a tentare di calarsi fuori senza usare le uscite dei vagoni. Per Trenitalia, la situazione era sotto controllo e non si sono avute scene di panico. Ad ogni modo, al 118 - servizio di emergenza sanitario - non sono giunte, a quanto si è saputo dagli operatori del servizio, richieste di soccorso.
Il treno regionale era partito da Foggia alle 21.38. A qualche distanza dalla stazione di arrivo - quella di Bari centrale - era stato notato fumo che usciva dall'ultimo vagone. A quel punto, secondo Trenitalia, la decisione di far fermare il convoglio in una stazione periferica per evitare rischi per le persone.
Dei sette viaggiatori che erano sul treno - riferisce Trenitalia - due sono state accompagnate a casa da parenti, altre cinque da tassisti chiamati dalle Ferrovie dello Stato.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Altri articoli dalla sezione