Cerca

Mercoledì 20 Settembre 2017 | 06:05

Foggia - Smantellata tratta di polacchi

Gli immigrati erano reclutati con l'inganno e costretti a vivere in condizioni di costrizione, sorvegliati anche con le armi durante i lavori. Sedici gli arresti
FOGGIA - Associazione finalizzata alla tratta di essere umani, induzione e riduzione in schiavitù: è l'accusa nei confronti di una organizzazione transnazionale che controllava l'ingresso e la permanenza di centinaia di cittadini polacchi per i lavori stagionali agricoli nel foggiano. Gli immigrati erano reclutati con l'inganno e costretti a vivere in condizioni di costrizione, sorvegliati anche con le armi durante i lavori e la vita domestica. I tentativi di fuga venivano puniti con violente sanzioni corporali.

L'operazione condotta dai carabinieri dei Reparti Operativi Speciali di Bari, con la collaborazione del Comando Provinciale di Foggia, ha portato all'esecuzione di 16 ordinanze di custodia cautelare a Foggia e nelle città principali della provincia, Cerignola, Manfredonia, San Severo e Orta Nova, nei confronti di 16 persone, di cui un solo italiano e 15 polacchi.
Le indagini, coordinate dalla Direzione Distrettuale Antimafia di Bari, sono iniziate da un anno e sono scaturite da una segnalazione ai carabinieri delle autorità diplomatiche polacche che avevano ricevuto allarmate segnalazioni da parte dei congiunti rimasti in patria.

Nel blitz di stamane sono stati impegnati circa 200 militari. Emessi anche mandati di cattura europei che vengono eseguiti in Polonia. L'operazione di stamane si è svolta con la collaborazione dell'Europol e del Servizi Centrale di Cooperazione. I particolari saranno resi noti alle 12 nel corso di una conferenza stampa che si svolgerà nella sede del Comando regionale dei Carabinieri a Bari alla presenza del Procuratore Nazionale Antimafia.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Altri articoli dalla sezione