Cerca

Lunedì 25 Settembre 2017 | 06:34

Fasano - Uccide cane con la pistola

L'uomo è accusato di maltrattamento di animali (un reato che prevede una condanna fino a tre anni di reclusione), porto e detenzione di arma illegale
FASANO (BRINDISI) - Un uomo di 51 anni è stato denunciato dai carabinieri per aver ucciso a colpi di pistola il proprio cane: un cane da caccia, Breton Epagneul, una delle più antiche razze di cani da ferma francesi, dolcissimi come animali da compagnia. L'uomo, nato in Sicilia e residente a Pezze di Greco nel territorio di Fasano, è accusato di maltrattamento di animali (reato che prevede una condanna finio a tre anni di reclusione), porto e detenzione di arma illegale, possesso illegale di munizionamento. Dell'uomo denunciato non è stato reso noto il nome.
A quanto hanno accertato i carabinieri della stazione di pezze di Greco, il cane da alcuni mesi era tenuto in custodia da un vicino del siciliano, ma l'uomo che lo custodiva, V.G., aveva segnalato al proprietario di non poter più tenere l'animale perchè aveva necessità di compiere lavori nel suo giardino. Il siciliano aveva preso tempo, ma evidentemente - secondo gli investigatori - aveva deciso di passare alle vie di fatto. La sera stessa della richiesta, infatti, V.G. ha sentito rumori nel campo di ulivi sotto casa e ha chiamato i carabinieri. I militari, intervenuti, hanno trovato vicino ad un muretto a secco impronte di animali e tracce di sangue e poi, in un pozzo di raccolta delle acque piovane dragato dai vigili del fuoco di Ostuni, la carcassa del Breton: l'animale - è stato accertato - era stato ucciso con colpi di pistola calibro 22.
In una successiva perquisizione a casa del siciliano, i militari hanno trovato numerosi proiettili dello stesso calibro, ma non l'arma: l'uomo, ad ogni modo, ha ammesso di essere il responsabile dell'uccisione dell'animale.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Altri articoli dalla sezione