Cerca

Lunedì 25 Settembre 2017 | 22:34

Boom di passeggeri in aeroporti Bari e Brindisi

Nel primo semestre del 2006, a Bari - tra arrivi e partenze - s'è registrato un incremento del 14,65%; a Brindisi del 5,8%. S'è trattato soprattutto di passeggeri di linea nazionali
BARI - La Seap: nel primo semestre del 2006, sugli aeroporti di Bari e Brindisi, i passeggeri - arrivi e partenze - sono stati, complessivamente, 1.264.446, con un incremento del 14,65% rispetto allo stesso periodo 2005, quando le presenze si erano attestate a quota 1.102.885. Nel periodo in esame il totale su Bari, sempre tra arrivi e partenze - è stato di 902.836, con una crescita del 18,6% rispetto al primo semestre dello scorso anno. Di questi, i passeggeri di linea nazionali sono stati 708.436, il 19,9% in più rispetto ai 590.437 del 2005, mentre quelli internazionali sono stati 151.521, a fronte dei 129.439 dell'anno precedente, con un incremento del 17,1%. Pressochè stabile il dato relativo al traffico charter: 38.619 i passeggeri al 30 giugno 2006 contro i 38.180 dell'anno precedente. Va segnalato, e non è un dato secondario, che tutte le tipologie di traffico esaminate fanno registrare un sensibile miglioramento rispetto al dato del 2004: + 15,9% la linea nazionale, + 17,1% quella internazionale, +32,1% il charter. Per quanto riguarda, infine, il dato riferito al solo mese di giugno, i passeggeri in arrivo a Bari sono stati 89.935 passeggeri (+ 15,1%), quelli in partenza 86.607 (+13,7%), per un totale di 176.002 passeggeri (+14,4%). Anche per l'aeroporto di Brindisi gli indicatori riportano per il primo semestre del 2006 un netto miglioramento rispetto al risultato dello scorso anno: 361.610 passeggeri - tra arrivi e partenze - contro i 341.732 del 2005, con un incremento del 5,8%.
Così come avvenuto per Bari, al raggiungimento di questo risultato sull'aeroporto di Brindisi ha contribuito, per gran parte, il dato riferito ai passeggeri di linea nazionali passati dai 283.645 del 2005, ai 321.941 di quest'anno, con un incremento del 13,5%. In flessione, invece, i passeggeri di linea internazionali, una conseguenza diretta della riduzione dei collegamenti operati dal vettore Ryanair su Londra. In crescita, invece, i passeggeri charter, passati dagli 8.249 del primo semestre 2005 ai 10.467 del 2006.
Altrettanto buono il consuntivo del movimento aeromobili che, nel primo semestre, è passato dai 4.537 movimenti del 2005 ai 4.933 (+8,7%) per Brindisi e da 11.035 a 12.958 (+17,4%) a Bari. Continua, quindi, il trend di crescita evidenziatosi sin dall'inizio dell'anno; un dato destinato a crescere ulteriormente in funzione dei consistenti picchi di traffico che caratterizzano l'attività dei mesi estivi. Anche per la stagione in corso, infatti, sia chi vorrà raggiungere destinazioni nazionali ed internazionali, sia chi vorrà fare della Puglia la meta delle proprie vacanze, potrà disporre di un'ampia la possibilità di collegamenti aerei che spaziano da quelli di linea, operati da vettori tradizionali e da vettori low cost, a quelli charter.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Altri articoli dalla sezione