Cerca

Venerdì 22 Settembre 2017 | 19:13

Parroco salentino accusato di pedofilia

Il pubblico ministero Roberto Staffa ha chiesto il rinvio a giudizio di don Donato, parroco di Sternadia (Lecce), per atti sessuali con un minore e atti osceni in luogo pubblico
ROMA - Un sacerdote, don Donato, parroco di Sternadia (Lecce), rischia di finire sotto processo a Roma per pedofilia. Il pubblico ministero Roberto Staffa ha chiesto il suo rinvio a giudizio perchè risponda di atti sessuali con un minorenne e atti osceni in luogo pubblico.
I fatti risalgono allo scorso aprile. Il religioso era stato bloccato dalla polizia stradale di Roma su segnalazione di alcuni camionisti che avevano notato don Donato in un atteggiamento osceno con un ragazzino. Posto dapprima agli arresti domiciliari, il sacerdote era finito in carcere, dove si trova tuttora, all' inizio di maggio per aver tentato di inquinare le prove. Secondo l' accusa, infatti, avrebbe esercitato pressioni sul minorenne e sui suoi genitori per alleggerire la propria posizione.
Don Donato, nato a Poggiardo (Lecce), da una decina di anni è parroco di un piccolo paese dove ha fondato l' Anspi, una associazione per la formazione spirituale, la catechesi e l'attività sportiva.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Altri articoli dalla sezione