Cerca

Giovedì 21 Settembre 2017 | 03:41

Bari - Inchiesta a Economia: 250 euro per un esame

Un'inchiesta su una presunta compravendita di esami e lauree nella facoltà di Economia e Commercio dell'Università di Bari è stata avviata dal sostituto procuratore della Repubblica Francesca Romana Pirrelli
BARI - Un'inchiesta su una presunta compravendita di esami e lauree nella facoltà di Economia e Commercio dell'Università di Bari è stata avviata dal sostituto procuratore della Repubblica Francesca Romana Pirrelli.
Nell'ambito dell'inchiesta stamani sono stati compiuti controlli da parte dei carabinieri nella sede della facoltà e in altri uffici ad essa collegati. A quanto si è appreso, è stato sequestrato un ingente quantitativo di materiale cartaceo e sarebbe stato rilevato un riscontro effettivo di passaggio di danaro (pare 250 euro) fra uno studente e un impiegato della facoltà quale corrispettivo per il superamento di un esame.
Al momento - a quanto si è saputo - non vi è nessuna persona iscritta nel registro degli indagati, ma l'iscrizione sarebbe "questione di giorni".
Le indagini sinora sembrano rivolgersi in particolare al personale amministrativo. L'inchiesta è stata avviata nell'ottobre scorso, ma sinora le indagini erano state "nascoste" per consentire di acquisire elementi probatori.
Il fenomeno di una presunta compravendita di esami venne denunciato nel gennaio 2005 dall'ex preside della facoltà di Economia e Commercio, Carlo Cecchi, morto qualche tempo fa.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Altri articoli dalla sezione