Cerca

Venerdì 22 Settembre 2017 | 13:51

Indagini su fratellini scomparsi fa scoprire clandestini

Sono state le indagini sulla scomparsa, dal 5 giugno scorso, dei fratellini di Gravina a smascherare un'organizzazione dedita all'immigrazione clandestina. La Mobile: con auto private, ogni settimana facevano la spola tra la Romania e Italia. Arrestati due cittadini rumeni e 7 sono stati espulsi
BARI - Sono state le indagini sulla scomparsa, dal 5 giugno scorso, dei fratellini di Gravina a smascherare un'organizzazione dedita all'immigrazione clandestina. Due cittadini rumeni sono stati arrestati la scorsa notte dalla squadra mobile della questura di Bari, e per altri sette sono state avviate le pratiche per l'espulsione dal territorio nazionale.
L'inchiesta ha riguardato alcune persone che, con auto private, ogni settimana facevano la spola tra la Romania e l'Italia, in particolare con la Puglia. Le indagini, avviate da tempo, si sono concretizzate in questi giorni, nell'ambito della cosiddetta «pista rumena» seguita dagli investigatori alle prese con la scomparsa a Gravina dei due fratellini.
Durante le indagini, gli investigatori hanno accertato una forte presenza di clandestini rumeni nella zona tra Gravina, Santeramo ed Altamura. Ai due «autisti», la polizia ha sequestrato, oltre alle vetture, anche 9 mila euro in contanti.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Altri articoli dalla sezione