Cerca

Giovedì 21 Settembre 2017 | 01:53

A Brindisi il «deposito di Alì Babà»

In un capannone abbandonato i carabinieri hanno scoperto tre auto, tre moto oltre a due trattori ed un gran quantitativo di capi d'abbigliamento, tutto di provenienza furtiva
BRINDISI - I carabinieri del nucleo operativo di Brindisi hanno scoperto un deposito di auto, moto e mezzi agricoli rubati: è un capannone ad alcuni chilometri dal centro abitato di Brindisi che un tempo ospitava una ditta per la lavorazione del latte e la produzione di latticini. La struttura, in stato di abbandono, si trova tra i quartieri La Rosa e la frazione brindisina di Tuturano. Nel capannone i carabinieri hanno trovato tre auto, tre moto oltre a due trattori ed un gran quantitativo di capi d'abbigliamento, tutto di provenienza furtiva. Indagini sono state avviate per accertare chi utilizzasse come deposito il capannone.
Nell' ambito delle indagini sul ritrovamento del deposito di auto e moto rubate, i carabinieri hanno arrestato nel pomeriggio due fratelli. Si tratta di Giovanni e Giuseppe Gerardi, rispettivamente di 30 e 36 anni, di Brindisi. Nel corso delle perquisizioni domiciliari fatte subito dopo la scoperta del deposito, a casa dei due i carabinieri hanno trovato un fucile e un ingente quantitativo di cocaina e di materiale utile per il taglio della sostanza stupefacente.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Altri articoli dalla sezione