Cerca

Sabato 23 Settembre 2017 | 11:23

Taranto - Salvato da rogo, accusato d'incendio

Vittorio Tanese, senza fissa dimora, è stato salvato dai carabinieri da un incendio che - secondo gli investigatori - aveva appiccato. Perciò è stato arrestato per incendio doloso
LEPORANO (TARANTO) - Un uomo di 60 anni, Vittorio Tanese, senza fissa dimora, è stato salvato dai carabinieri da un incendio che - secondo gli investigatori - aveva appiccato e poco dopo arrestato con l' accusa di incendio doloso e occupazione abusiva e edificio di proprietà pubblica. E' accaduto alla periferia di Leporano, dove i carabinieri, insieme ai vigili del fuoco, sono intervenuti per l'incendio di una struttura prefabbricata in disuso di proprietà del Comune.
A quanto si è saputo, quando le fiamme sono state spente, i carabinieri si sono accorti della presenza di Tanese, che aveva riportato alcune ustioni ed era rimasto lievemente intossicato. L'uomo è stato trasportato in ospedale con un'ambulanza del '118', ma nel frattempo gli accertamenti per chiarire le cause dell'incendio hanno consentito di incriminare proprio Tanese. Questi - secondo i carabinieri - era solito trascorrere in quel prefabbricato la notte, non avendo fissa dimora, e forse in preda all'alcol avrebbe appiccato egli stesso l'incendio, rimanendone vittima.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Altri articoli dalla sezione