Cerca

Martedì 19 Settembre 2017 | 22:53

Cagnetta abbaia, la uccide a bastonate

Per questo un uomo di 55 anni, che vive a Foggia nel Rione Martucci, alla periferia della città, è stato denunciato dalla polizia con l'accusa di uccisione di animali
FOGGIA - Avrebbe colpito ripetutamente con un bastone metallico una cagnetta di 11 anni e l'avrebbe così uccisa. Per questo un uomo di 55 anni, che vive a Foggia nel Rione Martucci, alla periferia della città, è stato denunciato dalla polizia con l'accusa di uccisione di animali.
A rendere noto l'episodio sono stati i volontari dell' associazione animalista foggiana «Volontari per la protezione degli animali». La responsabile dell'associazione, Terry Marangelli, ha denunciato che «l'uomo, infastidito dall'abbaiare del cagnolino Minny nel giardino condominiale non ha esitato a munirsi di un bastone metallico, quello comunemente usato per manovrare le tende parasole, e ha colpito ripetutamente la cagnolina».
Sul posto sono intervenuti gli agenti della sezione volanti della questura che hanno denunciato l'uomo il quale, nel frattempo, si era fatto accompagnare in ospedale per problemi cardiaci. Il cinquantacinquenne si sarebbe giustificato dicendo che era stato aggredito dal cane. Marangelli, insieme con un medico del servizio veterinario della Ausl, ha trasportato la cagna nell'Istituto zooprofilattico di Foggia per la necroscopia che sarà eseguita entro oggi. «In base alle nuove leggi sul maltrattamento degli animali - hanno sottolineato i Volontari per la protezione degli animali - l'uomo rischia dai 3 ai 18 mesi di carcere oltre ad una ammenda. Chiederemo che il sacrificio della povera Minny venga punito con estrema severità».

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Altri articoli dalla sezione