Cerca

Giovedì 21 Settembre 2017 | 12:42

La ricerca del Graal nel mosaico di Otranto?

Gli studiosi s'accapigliano in vista del convegno di domani (a Perugia, promosso dall'Ordine dei cavalieri del tempio di Gerusalemme) durante il quale si parlerà del mosaico pavimentale della cattedrale
PERUGIA - Simboleggia anche la ricerca del Graal il mosaico del 1200 della cattedrale di Otranto? Se ne parlerà domani a Perugia, alla sala dei Notari, in un convegno dal titolo «Il tempio nello spirito dei cavalieri di ieri e di oggi», promosso dall' Ordine dei cavalieri del tempio di Gerusalemme in occasione del suo IX Gran capitolo nazionale.
In particolare, ne parlerà il prof. Francesco Corona, dell' Università La Sapienza di Roma con una relazione dal titolo «I simboli cavallereschi e la cerca del Graal nel mosaico pavimentale della Basilica cattedrale di Otranto».
Lo ha anticipato stamani - nella conferenza stampa di presentazione del convegno - il Gran priore d' Italia dell' Ordine templare, Stelio Venceslai, commentando che «questo tema è incredibile, è affascinante, perchè sconvolge quella che è un po' la storiografia intorno al Graal».
«Sembra - ha detto - che il mosaico della cattedrale di Otranto, che sarebbe il più grande d' Europa, del 1200 (quindi di epoca templare), fatto da un monaco basiliano, Pantaleo, che diresse i lavori, riproduca non soltanto l' albero della vita, non soltanto scritte in greco, in ebraico, in aramaico e in arabo, oltre che in latino, ma addirittura riproduca la cerca del Graal. Questo - ha spiegato - un secolo prima del libro di Robert de Boron che introduce nel mondo la storia del Graal».
«Ma non basta. Addirittura - ha detto ancora Venceslai - c' è la simbologia dei chakra e dei tantra, il che significherebbe una commistione oserei dire "ecumenica", di religioni e di impostazioni filosofiche. E questo nel 1200, in un territorio strappato ai bizantini, governato da Federico, dai Normanni, in un mosaico fatto da un monaco basiliano».

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Altri articoli dalla sezione