Cerca

Domenica 24 Settembre 2017 | 23:22

Spara al figlio per difendere badante

Un uomo di 77 anni è stato bloccato ieri sera dalla polizia, a Bari. Il figlio probabilmente era ubriaco. Il colpo alla testa, ma l'uomo non è in gravi condizioni
BARI - Avrebbe sparato al figlio ubriaco per difendere dalle sue attenzioni esuberanti la giovane badante romena un uomo di 77 anni bloccato ieri sera dalla polizia, a Bari. L'uomo ferito, Michele Digirolamo, di 40 anni, è stato colpito alla testa, ma non è in gravi condizioni: è ricoverato nel Policlinico.
Il padre, Angelo, dopo essere stato a lungo sentito in questura, è stato arrestato per tentativo di omicidio: a quanto ha accertato la polizia, ha sparato durante un furibondo litigio nato perchè il figlio voleva aggredire la giovane badante romena che in casa accudisce l'anziano e la sua compagna.
Secondo una ricostruzione fatta dagli investigatori, Michele Digirolamo, ubriaco, si è presentato ieri sera in casa del padre (che abita nello stesso palazzo del figlio), e, armato con una pistola, ha tentato di aggredire la donna romena. L'anziano è riuscito a strappare l'arma al figlio, ma questi ne ha estratto un'altra, che però - è stato accertato successivamente - era una pistola giocattolo. L'anziano a questo punto ha sparato vari proiettili, colpendo con uno di essi Michele alla testa.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Altri articoli dalla sezione