Cerca

Domenica 24 Settembre 2017 | 16:11

Dopo maltempo si contano danni sul Gargano

Il nubifragio di sabato ha quasi del tutto allagato campeggi e altre strutture turistiche alla periferia di Peschici e in particolare alla Baia di Mannacore
FOGGIA - E' la conta dei danni a Peschici, dopo il nubifragio che sabato ha quasi del tutto allagato campeggi e altre strutture turistiche alla periferia del centro garganico e in particolare alla Baia di Mannacore. Da ieri, come ha riferito il sindaco di Peschici Nicola Tanaglione, la protezione civile del comune garganico è al lavoro effettuando sopralluoghi per rilevare ma soprattutto per quantificare i danni provocati dalla forte acqua che ha invaso una decina di camping. La situazione più difficile è quella stradale, poichè l'unica arteria che collega i camping e le altre strutture turistiche con la provinciale 52 la Peschici-Vieste è del tutto impraticabile dopo la pioggia mista a fango e detriti che ha letteralmente smantellato il fondo stradale. Tra le strutture che hanno subito maggiori danni, il centro «In Tuga» che si trova a ridosso della Baia dove l'acqua ha invaso in particolare il piccolo centro commerciale della struttura turistica. «Una scena - ha commentato il primo cittadino - allucinante e raccapricciante, con il fango e l'acqua che ha distrutto oltre a parte del mobilio anche la merce». Una situazione che non scoraggia però gli operatori del settore che hanno assicurato che entro un paio di giorni tutto tornerà alla normalità senza problemi per la stagione estiva ormai alle porte. Lo hanno capito anche i tanti turisti tedeschi che, dopo lo spavento di sabato, stanno continuando ad affollare i camping di Peschici.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Altri articoli dalla sezione