Cerca

Sabato 23 Settembre 2017 | 20:24

Conflitto a fuoco coi Cc nel Tarantino

I malfattori hanno prima speronato la pattuglia e poi hanno sparato. I militari hanno risposto al fuoco. Ma i criminali sono riusciti a fuggire. Nessuno è rimasto ferito
ROCCAFORZATA (TARANTO) - Un conflitto a fuoco senza feriti è avvenuto la notte scorsa tra una pattuglia di carabinieri e alcuni malfattori - non ancora identificati - che erano a bordo di un'auto che è poi risultata rubata. L'episodio è avvenuto poco dopo la mezzanotte nei pressi del santuario della "Madonna della Camera", nelle campagne di Roccaforzata, in provincia di Taranto.
Secondo una prima ricostruzione dei carabinieri, una pattuglia di militari della stazione di San Giorgio Jonico si è insospettita per la presenza nei pressi di un incrocio di una "Nissan Almera" col motore acceso e con a bordo alcune persone.
Alla vista dei carabinieri il conducente della "Nissan" ha improvvisamente puntato l'auto dei militari dell'Arma, una "Fiat Brava", speronandola sul lato sinistro e spingendola contro un muretto a secco. Subito dopo dall'auto dei malfattori sono stati sparati alcuni colpi di fucile caricato a pallini che hanno centrato la vettura dei carabinieri senza ferirli; i militari hanno risposto al fuoco con le pistole d'ordinanza.
A quel punto i malfattori si sono allontanati a bordo della loro auto in direzione di Roccaforzata. A circa un chilometro dal paese sono però usciti di strada finendo in una cunetta, per cui hanno abbandonato il veicolo proseguendo la fuga a piedi nelle campagne. Nella zona è stata subito organizzata una battuta da parte dei carabinieri che però non ha dato esiti. La "Nissan Almera" abbandonata è risultata rubata nel dicembre scorso a Taranto.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Altri articoli dalla sezione