Cerca

Domenica 24 Settembre 2017 | 17:45

Latitante montenegrino arrestato a Bari

Veselin Vuksanovic è un ex militare dell'esercito jugoslavo, operava a Matera dove ribava merce con veloci blitz e poi imbarcava da Bari. Fermato da Polizia di Matera
MATERA - Con l'accusa di associazione per delinquere finalizzata alla ricettazione, al furto, alla rapina e di possesso di documenti di idenità falsi, la squadra mobile della Questura di Matera ha arrestato a Bari Veselin Vuksanovic di 36 anni, un latitante montenegrino che era sfuggito all'arresto nel giugno 2005, quando vennero arrestati due suoi connazionali.
Vuksanovic è stato arrestato in un bar di Bari, in un'operazione a cui ha partecipato la Polizia Marittima e agenti della Polizia scientifica della questura barese. L'uomo è considerato responsabile in concorso con altri connazionali di almeno 40 furti effettuati, tra il 2004 e il 2005, in negozi di abbigliamento e di telefonia del centro di Matera.
I particolari dell' operazione, denominata «Ghost», sono stati illustrati ai giornalisti dal questore di Matera, Antonio Dellinoci, e da un funzionario della squadra mobile.

La banda capeggiata da Vuksanovic, ex militare dell'esercito jugoslavo così come i suoi complici, si era distinta per le capacità organizzative nel portare a buon fine i furti e per lo smistamento delle merci trafugate nei mercati della Serbia e del Montenegro. Solitamente, venivano usate la tecnica di isolare i sistemi di allarme con stucco per vetrai, importato direttamente dal Montenegro, o della «spaccata», per prendere capi di abbigliamento o cellulari. La banda, che agiva in pochi minuti, rubava un'auto a Matera per trasportare la refurtiva a Bari e imbarcarla: attraverso le impronte digitali lasciate sullo stucco e seguendo le tracce di alcuni telefonini rubati, la Polizia ha scoperto i ladri. Gli investigatori ritengono che la banda sia responsabile di altri furti avvenuti in epoche precedenti in altre zone del Centro Sud da Ancona a Reggio Calabria, dove Vuksanovic e altri complici avrebbero operato con identità false.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Altri articoli dalla sezione