Cerca

Martedì 26 Settembre 2017 | 16:50

A Brindisi «stanato» un evasore totale

Mediante l'attribuzione di un codice Iva straniero aveva creato una società all'estero che si occupava di vendita all'ingrosso di prodotti alimentari. Un'evasione da oltre 9 milioni
BRINDISI - I militari della Guardia di Finanza di Brindisi hanno scoperto un evasore fiscale totale che aveva creato una società all'estero, mediante l'attribuzione di un codice Iva straniero. La società, operante formalmente nel campo della vendita all'ingrosso di prodotti alimentari, esisteva solo cartolarmente ed era priva di qualsiasi struttura organizzativa e operativa.

In particolare l'imprenditore acquistava in esenzione d'imposta la merce, destinata agli scambi intracomunitari e quindi non soggetti ad Iva, per poi rivenderla completamente in nero a commercianti compiacenti operanti nel territorio dello Stato. I finanzieri hanno accertato che, contrariamente a quanto indicato sui documenti di trasporto, la merce era stata concentrata in un deposito dove veniva velocemente smistata sul mercato italiano.
Dopo una accurata analisi economica e finanziaria, la Gdf ha constatato violazioni per mancate fatturazioni e dichiarazioni di operazioni imponibili, e quindi di ricavi, per un totale di 8 milioni e 851mila euro e una evasione dell'imposta Iva per 1 milione e 770mila euro. L'imprenditore è stato denunciato all'Autorità Giudiziaria.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Altri articoli dalla sezione