Cerca

Giovedì 21 Settembre 2017 | 01:53

Giava - Da Brindisi un primo carico di aiuti italiani

Nell'aeroporto "Pierozzi", al lavoro i tecnici delle Nazioni Unite per far decollare verso le zone colpite dal terremoto un aereo da carico Ilyushin - 76, pieno di materiale da destinare alla protezione civile asiatica, su mandato della Farnesina
Brindisi - Aiuti Onu, Nazioni Unite BRINDISI - Partono dalla base di Pronto intervento umanitario delle Nazioni Unite di Brindisi i primi soccorsi del governo italiano alle popolazioni dell'Indonesia colpite dal terremoto.
Un Ilyushin-76 nel pomeriggio sarà caricato con generi di prima necessità dal personale della base Onu, gestita dal Programma alimentare mondiale.
In tutto 33 tonnellate di materiale, fra tende multiposto, coperte, set di cucina per famiglie, mezzi di riparo provvisorio, generatori elettrici, pompe idriche, unità per la purificazione dell'acqua e contenitori per lo stoccaggio dell'acqua potabile, che la Cooperazione allo sviluppo della Farnesina ha deciso di inviare da Brindisi per aiutare, nel più breve tempo possibile, le vittime di questo ennesimo disastro.
Il valore complessivo degli aiuti, che saranno consegnati alla protezione civile locale, è di circa 190.000 dollari.
A bordo del velivolo, la cui partenza dall'aeroporto "Pierozzi" di Brindisi è prevista per le 3 di domani, partiranno anche due tecnici della Cooperazione Italiana.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Altri articoli dalla sezione