Cerca

Martedì 26 Settembre 2017 | 16:50

Botte durante Melfi-Taranto. Un'interrogazione

L'ha presentata il deputato tarantino Ludovico Vico (Ds) al ministro degli interni, Giuliano Amato, in relazione agli incidenti avvenuti durante la partita di calcio
TARANTO - Il deputato tarantino dei Ds Ludovico Vico ha presentato una interrogazione con richiesta di risposta scritta al ministro degli interni, Giuliano Amato, in relazione agli incidenti tra forze dell'ordine e sostenitori tarantini accaduti domenica scorsa in occasione di Melfi- Taranto.
Vico chiede di verificare «per quali ragioni il prefetto di Potenza non abbia deciso di ordinare lo svolgimento della partita in uno stadio in campo neutro e con maggiori requisiti di sicurezza dell'ordine pubblico», richiesta che era stata avanzata dal Taranto nei giorni precedenti. Ciò anche perchè «lo stadio di Melfi, pur essendo omologato così come sottolineato dal presidente della Lega professionisti di serie C, Macalli, anch'egli interessato nelle settimane precedenti dalla stessa società calcistica tarantina, è provvisto di recinzioni laterali che non consentono la totale sicurezza in caso di incidenti o di fuga concitata».
Il deputato chiede inoltre di accertare «per quale ragione sarebbero stati autorizzati, ai fini della repressione di atteggiamenti violenti da parte di solo alcuni dei tifosi tarantini, l'utilizzo di gas lacrimogeni lanciati invece sulla folla inerme». Di conseguenza Vico chiede al ministro se non ritenga di intervenire «al fine di evitare che, in futuro, si possano ripetere incidenti di tale rilevanza», nonchè di verificare «le eventuali responsabilità delle autorità territoriali competenti in materia di sicurezza ed ordine pubblico».
Nell'interrogazione Vico sottolinea anche che alla vigilia della gara erano stati messi in circolazione biglietti falsi che «di fatto avrebbero consentito l'ingresso allo stadio di Melfi di un numero superiore di tifosi tarantini rispetto ai circa 640 posti messi a disposizione dalla società ospitante», tanto che che allo stadio «oltre ad alcuni ultras facinorosi, erano giunte anche numerose comitive di supporter tarantini composte da famiglie con minori al seguito».

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Altri articoli dalla sezione