Cerca

Mercoledì 20 Settembre 2017 | 09:30

Lo sviluppo futuro dalla cooperazione economica

Presentato il primo Master nel Sud in International Business and Economic Cooperation (Mibec) a cura dell'Istituto agronomico mediterraneo e la facoltà di Economia dell'Università di Bari
BARI - E' stato presentato oggi a Valenzano nella sede dell'Istituto Agronomico Mediterraneo, il Master in International Business and Economic Cooperation (Mibec) che, è il primo nel Mezzogiorno ad avere l'attività didattica impartita in lingua inglese. Il master è finalizzato a formare figure professionali esperte in affari, politiche e progettazione comunitarie e processi di internalizzazione delle imprese e delle istituzioni, figure capaci di intraprendere e gestire al meglio i cambiamenti in atto generati dalla globalizzazione e dall'integrazione crescente dei mercati internazionali.
Il Master si rivolge a laureati in discipline economiche,giuridiche, politiche, statistiche, scienze sociali e tecniche che operano o aspirano a lavorare nell'ambito delle politiche e progetti comunitari in istituzioni pubbliche nazionali ed internazionali o come esperti dei processi di internazionalizzazione delle imprese. L'accesso al corso è subordinato ad una selezione che avverrà sulla base del curriculum vitae (titoli) ed esami e richiede una comprovata conoscenza della lingua inglese, anche perchè le lezioni si terranno in lingua. Le iscrizioni saranno aperte fino al 30 maggio (www.uniba.it/postlaurea.htm).

Nel numero complessivo degli iscritti (15 o 25) saranno ammessi fino ad un massimo di 5 partecipanti provenienti dai Paesi del sud Mediterraneo e dei Balcani. Sono previste borse di studio a totale e parziale copertura del costo di iscrizione al Master, che è di 6.000 euro.
Tra i seminari proposti in approfondimento anche lo sviluppo sostenibile come strategia di cooperazione.
Il Master avrà frequenza obbligatoria articolata in 20/30 ore settimanali. Il percorso formativo è fatto in collaborazione, tra l'altro, tra l'Università degli Studi di Bari, l'Istituto Agronomico Mediterraneo, Provincia, la Banca d'Italia, la Camera di Commercio di Bari, Cna, Confartigianato, Fiera del Levante, Associazione degli Industriali della Provincia di Bari, Upsa, Comune di Bari, Istituto Finanziario Regionale Pugliese, Finpuglia e Informest.

Durante la presentazione del Master il direttore dell'Iam di Bari, Cosimo Lacirignola, ha sottolineato che l'allargamento dell'Unione Europea ai paesi dell'est, la prospettiva della zona di libero scambio nel bacino mediterraneo e il forte sviluppo di grandi paesi emergenti quali la Cina e l'India, rendono necessario ripensare il futuro in chiave moderna e innovativa. Il MIBEC, pertanto, costituisce un valido punto di partenza nella prospettiva di internazionalizzare la formazione dei quadri superiori delle istituzioni pubbliche e delle imprese.

L'Istituto agronomico mediterraneo di Valenzano vanta una pluridecennale esperienza nell'ambito della cooperazione in particolare in area mediterranea, accogliendo ogni anno studenti e futuri leader dei paesi del Mediterraneo. Quest'anno per il suo impegno riceverà anche il premio Antigone 2006 per il sostegno offerto ad un gruppo di donne irachene.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Altri articoli dalla sezione