Cerca

Martedì 26 Settembre 2017 | 00:23

Comune di Bari e Conai insieme

La convenzione appena sottoscritta per sostenere e promuovere la realizzazione di progetti legati alla raccolta differenziata e al recupero degli imballaggi
BARI - Una convenzione con il Consorzio Nazionale Imballaggi - Conai è stata firmata oggi nel Municipio di Bari per sostenere e promuovere la realizzazione di progetti legati alla raccolta differenziata e al recupero degli imballaggi.
«Gia lo scorso marzo - ha detto l'assessore comunale all'ambiente Maria Maugeri - è stata emanata una ordinanza che obbliga lo smaltimento delle cassette per la frutta presso il mercato ortofrutticolo, cosa che già avviene pena una multa se ciò non viene espletato correttamente. Pertanto siamo particolarmente soddisfatti di questa convenzione che crea un dialogo sempre aperto per una politica ambientale al passo con i tempi».
«In questo modo - ha detto l'assessore al bilancio Francesco Boccia - si creano dei circoli virtuosi positivi che sviluppano sempre una cultura ambientale di grande rispetto del territorio cittadino».
«Per la raccolta differenziata siamo in una fase sperimentale - ha ricordato l'assessore alle aziende partecipate Cinzia Capano - che si sta realizzando nel quartiere Japigia dove stiamo ottenendo ottimi risultati in quanto siamo arrivati al 44% di raccolta differenziata rispetto al circa 13% dell'anno scorso. Chiediamo, comunque, una partecipazione paziente da parte della cittadinanza perchè è un sistema che deve essere rodato per migliorarsi sempre più».
«Vogliamo sempre più migliorare la raccolta differenziata nel quartiere Japigia - ha aggiunto il presidente dell'Amiu, Giuseppe Savino - per poter applicare il sistema con qualche piccola variante nel resto della città. Riusciremo a raccogliere le 26 mila tonnellate di rifiuti che producono i baresi in un anno in maniera differenziata raggiungendo, e forse superando, il 55% richiesto dal Piano regionale dei rifiuti; basta che i cittadini collaborino e l'azienda sarà a completa disposizione dell'efficienza del sistema».
«Si tratta della prima convenzione che firmiamo con una amministrazione pugliese - ha sottolineato il vice direttore del Conai, Walter Facciotto - e siamo particolarmente soddisfatti di aprire una comunicazione nuova proprio con il capoluogo di regione per migliorare in questo modo l'intero sistema di tutela ambientale del Mezzogiorno».
«In provincia di Bari, a Ruvo di Puglia - ha concluso il presidente dell'associazione produttori imballaggi legno Puglia - Assopil - Domenico Berardi - abbiamo uno stabilimento di 10 mila metri quadri dove viene riciclato il legno che giunge dalla raccolta nazionale per poter essere trasformato in lamine utilizzabili nell'industria dell'arredo con grande beneficio per l'ambiente e competitivo come costi rispetto al tradizionale compensato.Esistono, quindi, tutti gli elementi per lo sviluppo di questi accordi da realizzare senza difficoltà nello stesso territorio pugliese».

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Altri articoli dalla sezione