Cerca

Sabato 23 Settembre 2017 | 07:51

Obici Pinerolo per il Presidente Napolitano

Saranno i pezzi di artiglieria della Brigata corazzata di Bari a salutare con 21 colpi a salve il giuramento dell'undicesimo Presidente della Repubblica
ROMA - Saranno gli obici della brigata corazzata Pinerolo di Bari a salutare oggi con 21 colpi di cannone il giuramento di Giorgio Napolitano, undicesimo Presidente della Repubblica. I pezzi di artiglieria dell'Esercito verranno schierati sul piazzale Giuseppe Garibaldi, al Gianicolo. Ogni salva di cannone (obici da 105/14, gestiti ciascuno da tre militari) sarà sparata con una cadenza di 30 secondi tra i colpi.
Il primo documento italiano che attesta la pratica di sparare una salva di 21 colpi per celebrare delle cariche istituzionali è un Regio Decreto del 1862. Tuttavia, per risalire alla sua comparsa bisogna andare in Inghilterra, tornando indietro fino ai primi del '600. Tra l'altro, se ne accenna nella scena finale dell'Amleto. L'usanza imponeva che il numero dei colpi fosse sempre dispari e crescesse di due a seconda del rango del festeggiato. I numeri pari venivano usati solo in caso di lutto.
Il 21 divenne codice internazionale come rituale diplomatico. Ad esempio un vascello da guerra, entrando in un porto straniero, salutava la bandiera della nazione ospite e da entrambe le parti si sparavano 21 colpi come segno di non belligeranza.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Altri articoli dalla sezione