Cerca

Domenica 24 Settembre 2017 | 03:11

Foggia - Presi componenti clan

Tra loro Antonio Vincenzo Pellegrino e Savino Ariostini, affiliati, secondo gli inquirenti, al clan Trisciuglio-Prencipe. I risultati grazie al collaboratore di giustizia Antonio Catalano
FOGGIA - In esecuzione di ordinanze di custodia cautelare agenti della squadra mobile della questura di Foggia hanno arrestato Francesco Tizzano, di 34 anni, Giuseppe Bruno, di 45, Luciano Di Natale, di 42, e Luigi Mazzola, di 38, tutti di Foggia, con l'accusa di associazione per delinquere di tipo mafioso, estorsione e spendita di banconote false. Hanno inoltre notificato il provvedimento restrittivo a Ferdinando Palladino, di 35, accusato di estorsione ai danni di un imprenditore. Nel corso di un incontro, il dirigente della squadra mobile, Antonio Caricato, ha ricostruito l'iter investigativo che ha portato agli arresti avviato poco dopo il 28 giugno 2004 quando, nell'ambito del procedimento penale 'Poseidon', alcuni degli inquisiti raggiunti da provvedimenti restrittivi riuscirono a sfuggire alla cattura. Tra loro erano Antonio Vincenzo Pellegrino e Savino Ariostini, affiliati - secondo gli inquirenti - al clan Trisciuglio-Prencipe. Le indagini - ha proseguito Caricato - hanno portato alla cattura dei due latitanti il 29 ottobre del 2004 e hanno consentito di identificare gli altri componenti del gruppo criminale - arrestati oggi - che avevano dapprima favorito la latitanza dei due pregiudicati e, dopo la cattura, il loro mantenimento in carcere estorcendo per questo denaro agli imprenditori locali. Alle indagini ha contribuito il collaboratore di giustizia Antonio Catalano.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Altri articoli dalla sezione