Cerca

Domenica 24 Settembre 2017 | 10:47

Lecce-Regione: sabbia della discordia

La Regione: bisogna comporre gli interessi. E non consente di prelevarne da Punta Penne (Brindisi) per il ripascimento delle marine leccesi. L'assessore Severo Martini: è una prepotenza. Il sindaco di Ostuni tenta di mediare: prendetela dal porto di Villanova
LECCE - Sulla vicenda del ripascimento del litorale leccese e sulla recente decisione della Regione Puglia di sospendere l'autorizzazione al prelievo della sabbia dal litorale brindisino da destinare alla costa delle marine leccesi interviene l'assessore al Turismo e Marketing Territoriale Severo Martini. «Siamo assolutamente esterrefatti - evidenzia l'assessore Martini - di fronte alla decisione, evidentemente tutta politica, della Regione Puglia ed in particolare dell'assessore Minervini, che giunge a termine di una riunione operativa con le Province di Lecce e Brindisi nella quale non era stato ufficialmente invitato il Comune di Lecce, ospite politicamente sgradito, pur essendo la parte più interessata nella vicenda. E' un grave atto di prevaricazione, di prepotenza e di ostilità verso l'ente di Palazzo Carafa, ma soprattutto, e ancor più grave, contro gli operatori turistici, i gestori dei lidi balneari e contro l'indotto turistico e l'economia locale tutta».
«A dispetto di tutti gli sforzi che noi, amministratori e non -prosegue Martini- compiamo per cercare di migliorare e rendere più appetibile e competitiva la nostra offerta turistica. Non credo - continua l'assessore - che meriti un commento l'atteggiamento un po' isterico, irresponsabile e sicuramente poco istituzionale del presidente Errico. Saremmo, però, curiosi di sapere cosa pensa della vicenda il presidente Pellegrino che sappiamo essere persona coerente, responsabile e di incontestabile onestà intellettuale. Ma soprattutto siamo curiosi di sapere cosa pensa e cosa farà a riguardo il presidente Vendola dall'alto della sua carica istituzionale e, ormai, sempre più in difficoltà, anche a causa dei continui spropositi politici della sua giunta. Come farà - conclude - a far corrispondere i fatti concreti alle splendide, lodevoli e favoleggianti enunciazioni di principio che brillantemente e continuamente elargisce?».

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Altri articoli dalla sezione