Cerca

Martedì 26 Settembre 2017 | 16:49

Pedopornografi - Anche foto rubate ad alunni nei bagni

Uno scambio di filmati dai contenuti pedopornografici su Internet è stato scoperto dalla Procura di Siracusa che ha disposto 60 perquisizioni in 17 regioni. In Puglia ci sono 4 indagati
SIRACUSA - Uno scambio di filmati dai contenuti pedopornografici su Internet è stato scoperto dalla Procura di Siracusa che ha disposto 60 perquisizioni in 17 regioni italiane eseguite da parte di investigatori di polizia postale, carabinieri e guardia di finanza.
Nell' operazione, denominata «Porta a Porta», coordinata dal procuratore aggiunto Giuseppe Toscano e dal sostituto Antonio Nicastro, sono indagati professionisti e anche un cartomante. Agli atti dell' inchiesta anche il diario di uno degli indagati che conteneva la "sceneggiatura" di uno dei filmati. Al centro della storia un uomo impegnato in attività di doposcuola per i bambini del proprio quartiere che attraverso un finto specchio che collegava il bagno ad un' altra camera dalla quale riprendeva e fotografava i bambini a loro insaputa. Il materiale era poi messo a disposizione di altri pedofili on line.
Le indagini sono state avviate dopo dettagliate denunce presentate dall' associazione Telefono Arcobaleno al Nucleo investigativo telematico interforze della Procura di Siracusa specializzato nell' attività di contrasto alla pedofilia su Internet.
Il Veneto è la regione con il maggior numero di indagati (10), seguita da Sicilia (9), Emilia Romagna (7), Lombardia (5), Umbria (4), Puglia (4), Abruzzo (4), Lazio (3), Calabria (3), Campania (2), Toscana (2), Friuli (2), Marche (1), Liguria (1), Piemonte (1), Sardegna (1) Trentino (1).

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Altri articoli dalla sezione