Cerca

Martedì 26 Settembre 2017 | 22:07

Bari - Consiglio dei Ragazzi della Provincia «scopre» l'Esercito

Una delegazione ha visitato le caserme "Vitrani" e "Milano" di Bari, ha incontrato militari che sono stati in missione all'estero e ha scoperto le opportunità offerte dalla carriera con le «stellette»
BARI - Il presidente del Consiglio dei Ragazzi della Provincia di Bari, Michele Ahmed Antonio Karaboue a capo della delegazione composta dagli assessori provinciali, alla Cultura, Cesareo Putignano, al Patrimonio, Nicola Acquaviva, ed ai trasporti, Sante Giordano e dalla Commissione Opportunità Lavorative ed Orientamento del Consiglio dei Ragazzi che ha visitato le caserme "Vitrani" e "Milano" di Bari.
Nella mattinata c'è stato un incontro con personale del Reparto Comando e Supporti Tattici della Brigata Corazzata "Pinerolo" e del 7° Reggimento Bersaglieri.
E' stato un modo - si legge in un comunicato stampa - per far prendere coscienza ai giovani, sul lavoro che oggi svolge l'Esercito Italiano attraverso l'incontro con due reparti operativi, che spesso sono stati in missioni di pace all'estero.
«L'Esercito Italiano guarda ai giovani con entusiasmo ed attenzione - ha detto il generale di Divisione Francesco Paolo Spagnuolo, Comandante del Reclutamento e delle Forze di Completamento della Puglia, l'ente che, sul territorio, si occupa della promozione dei reclutamenti - Essi sono il futuro della nazione e la risorsa di una Forza Armata moderna, flessibile, al passo con i tempi e con gli impegni internazionali che le si chiedono».
«Nei giovani - ha proseguito il generale Spagnuolo - c'è motivazione, impegno, serietà, ma anche capacità di sacrificio, valori fondamentali per l'Esercito Italiano. La Forza Armata è per loro un'opportunità importante di impiego e di realizzazione personale e professionale».
Karaboue ha sottolineato che «L'Esercito italiano già da tempo dimostra un particolare interesse e una concreta attenzione al mondo giovanile. E, d'altronde, il Consiglio Provinciale dei Ragazzi riconosce il quotidiano sforzo dell'Esercito nello svolgere importanti funzioni sia nella compagine nazionale, sia in quella mondiale, ma soprattutto il proporsi come ottima risorsa per opportunità professionali».

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Altri articoli dalla sezione